Addessi bocciato dal Consiglio di Stato: perso risarcimento e finanziamento per due società del gruppo

Enzo Addessi

Finanziamento perso e niente risarcimento per le società di Enzo Addessi, imprenditore ortofrutticolo, noto a Fondi per essere l’amministratore delegato del Mof. Il Consiglio di Stato ha rigettato la richiesta avanzata dalla 2/A srl e dalla Addessi srl, che volevano la revocazione della sentenza, ovvero che i giudici tornassero sui loro passi rispetto alla decisione di avallare l’operato della Regione e la relativa perdita dei contributi per le due società.

Le aziende di Addessi, nel 2001, avevano previsto un investimento sugli impianti di trasformazione e commercializzazione dei prodotti ortofrutticoli pari a 1,3 milioni e puntato a un contributo pubblico di oltre mezzo milione. La Regione aveva negato il finanziamento, ma l’imprenditore aveva fatto valere le sue ragioni al Tar. Nel 2007 era stato dato così dalla Pisana il via libera a un progetto da 1,4 milioni e a un contributo da quasi 600mila euro. Le società di Addessi, però, senza impugnare quel provvedimento, avevano chiesto un risarcimento per il finanziamento inizialmente negato e sostenuto che avevano diritto a oltre 900mila euro di contributi, per un piano da 2,2 milioni. Non inviando i documenti richiesti alla Regione, le società avevano perso anche i circa 600mila euro concessi. La 2/A e la Addessi avevano così fatto un nuovo ricorso al Tar e poi al Consiglio di Stato, ma invano. Vana infine ora anche la richiesta di revocazione della sentenza.