Santi Cosma e Damiano, al via i lavori di sistemazione della rete idrica di Via Porto Galeo

Ai nastri di partenza i lavori di sistemazione della rete idrica sulla Via Porto Galeo che dovrebbero risolvere gli annosi problemi di mancanza di acqua potabile che da anni interessa le zone della piana in particolare quelle dei Campanili, Perusi, Cisterna, Pilone, Via Portogaleo, Via Filari di Cristo, Via Ex Ferrovia, località Fontanelle e località Vattaglia, dovute alla mancanza di pressione che in buona parte dell’anno impedisce alla popolazione interessata di fruire del normale servizio idrico, costringendo molte persone a dotarsi a spese proprie di autoclave.

I lavori inizieranno in questi giorni e prevedono una nuova condotta idrica che si snoda lungo la Via Porto Galeo per una lunghezza di circa 1800 metri. Quest’opera, oltre al miglioramento del servizio idrico per l’intero comprensorio interessato, permetterà di eliminare quota parte dell’attuale pompaggio dal Circuito del serbatoio delle adduttrici di Carico Medio del Monte Civita a servizio dei Comuni di Castelforte e Santi Cosma e Damiano, e di erogare l’acqua a gravità dal Comune di Minturno.


Tali adduttrici risultano ad oggi idraulicamente sature mentre con i lavori che saranno realizzati la loro portata dovrebbe essere alleggerita e consentire un aumento del 20% della portata erogabile da utilizzare in caso di eventuali criticità estive nel Comune di Santi Cosma e Damiano. “A dare la notizia dell’inizio dei lavori è stato il Vice Sindaco, Vincenzo Petruccelli, che da alcuni mesi sta seguendo direttamente il problema sollecitando i vertici della società di gestione del servizio idrico a risolvere questo problema; erano anni che si parlava di questi lavori, ha affermato il Vice Sindaco, ma non si era visto ancora nulla di concreto. Ora finalmente questo intervento che dovrebbe risolvere i problemi di pressione dell’acqua che costringono buona parte dei nostri concittadini a non poter fruire del servizio dell’acqua essendo obbligato a dotarsi di appositi autoclave.

Ringrazio il Presidente Addessi – conclude – e tutto lo staff tecnico di Acqualatina per la collaborazione e la disponibilità avuta nei confronti dell’Amministrazione che mi onoro di rappresentare nel realizzare questo intervento, atteso da molti anni; intervento che insieme a quello realizzato in Via Baracca circa tre anni fa dovrebbe risolvere buona parte dei problemi di scarsezza di risorse idriche che da anni hanno attanagliato la nostra popolazione“.