Contromano tra Terracina e Fondi, doppio incidente e fuga: inseguito e bloccato da una donna

Scene da film, mercoledì, da una parte all’altra del traforo tra Fondi e Terracina, dove per poco non s’è sfiorata la tragedia: un 32enne indiano contromano in sella al suo scooter, senza patentino ed assicurazione, ha provocato due incidenti– uno con ferito – e provato altrettante volte la fuga. Prima di essere inseguito – e preso, con tanto di momentaneo “sequestro” delle chiavi del mezzo – da un’automobilista donna. Proprio così: a fermare il pirata della strada, un’esponente del gentil sesso. Che, dopo averla scampata per poco, determinatissima, alla guida di un Fiat Ducato si è messa alle calcagna del fuggitivo, miracolosamente illeso ma che continuava ad essere un pericolo pubblico. Bloccato dopo quasi due chilometri di corsa e consegnato ai carabinieri.

“Mentre attendevamo l’arrivo dei militari, che ringrazio, per lasciarlo andare ha anche provato ad offrirmi del denaro. Figuriamoci. Solo qualche minuto prima aveva messo a repentaglio la mia vita e quella di mio marito. E non solo”, ha raccontato ancora scossa l’improvvisata “eroina”, A.A, 39enne di Fondi. Che intorno alle 20 di mercoledì stava tornando a casa. Per un malessere del coniuge guidava lei. Una serata diversa dalle altre non solo per questo: ad un tratto, all’uscita della galleria di Montegiove, in territorio terracinese, si è trovata di fronte lo scooter che viaggiava in controsenso, scansandolo in extremis solo con una pericolosa manovra istintiva. Che però non ha evitato del tutto l’impatto tra furgone e due ruote, rimasti al centro della strada ed evitati per il rotto della cuffia dagli altri mezzi in transito. Anziché fermarsi, lo straniero si è rimesso subito in carreggiata e – imboccata quella giusta – è tornato indietro, verso Fondi. Seguito a ruota dalla 39enne, che dall’altra parte della galleria, fatto circa un chilometro, si è imbattuta in un altro sinistro. Temporalmente il primo, sempre provocato dal 32enne contromano. A rimanervi coinvolto, con una prognosi di 10 giorni, un 54enne fondano: per evitare lo scooter, con la sua Alfa 156 era andato a finire contro un muro. Alla fine, fortunatamente, il fuggiasco si è fermato: con un’abile manovra l’inseguitrice l’ha costretto ad accostare. Corsa finita, fino all’arrivo dei carabinieri. Per ora il pirata è stato denunciato, con vari capi d’imputazione, solo per uno dei due incidenti.