Boxe Latina, vincono Capoccia e Venerucci. Nominato l’avvocato per il caso di omonimia

Boxe Latina, vincono Capoccia e Venerucci. Nominato l’avvocato per il caso di omonimia

Due vittorie ed un verdetto di parità per la Boxe Latina nella riunione organizzata dalla Bellusci Boxe Promotion nello scorso week end a Roma, presso il Pamphili Village. Sul ring i portacolori pontini Massimiliano Capoccia, David Marian Mihaita e Paolo Venerucci. Vittoria senza discussioni per Massimiliano Capoccia (60 kg), che si è aggiudicato tutte e tre le riprese contro Sing Guriot della Valeri Boxe. Quinto successo in carriera nel giorno dell’esordio da Senior. Pari contestatissimo per David Marian Mihaita, che davanti a sè aveva Daniele Forte della Bellusci Boxe. Le tre riprese hanno dimostrato che sono stati del pugile della Boxe Latina i maggiori colpi a segno, ma i giudici hanno deciso per la divisione della posta in palio. La serata si è conclusa con un’altra affermazione della Boxe Latina, grazie a Paolo Venerucci (70 kg) che ha prevalso su Giovanni Sottile della Barone Boxe. Un bilancio decisamente favorevole, il modo migliore per inaugurare il 2015 agonistico della società del presidente Francesco Prezioso, che dichiara: “Abbiamo iniziato come abbiamo finito lo scorso anno. Punto molto su questi ragazzi, che ci possono regalare grandi soddisfazioni”.

ASD BOXE LATINADal versante agonistico a quello giudiziario. Prosegue la querelle del caso di omonimia con l’As Latina Boxe Parisi, segnalato da mesi a società diretta interessata, Comitato Regionale Lazio e Federazione Pugilistica Italiana, senza avere mai ricevuto però risposta alcuna. Un silenzio grave delle istituzioni del pugilato, alimentato dal comportamento dell’altra società, che continua a sfruttare indebitamente il nome generando confusione ed errate attribuzioni di causa. Motivo per cui la società Asd Boxe Latina, presenterà a breve un esposto alla Procura Federale, denunciando i fatti già noti, ma che a questo punto devono mettere in moto gli ingranaggi della Giustizia sportiva. Iter affidato all’avvocato Giovanni Fontana, noto esperto di diritto sportivo internazionale, alle prese in questi mesi con il caso della pattinatrice Carolina Kostner e che in passato ha rappresentato l’Usada (United States Anti-Doping Agency) contro il ciclista Lance Armstrong.

***ARTICOLO CORRELATO*** (“ASD Boxe Latina, il grave caso di omonimia finisce in procura” del 19 febbraio 2015)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]