Gaeta, licenziamento illegittimo: reintegro immediato per il capitano Spinosa

Gaeta, licenziamento illegittimo: reintegro immediato per il capitano Spinosa

La sezione lavoro del Tribunale di Napoli ha accolto il ricorso presentato dal legale del Capitano del rimorchiatore operante nel porto di Gaeta, Gianluigi Spinosa, dichiarando “l’illeggitimità del licenziamento perché intimato senza giusta causa e per effetto di tale sentenza ha espressamente ordinato il reintegro del Capitano al suo posto di lavoro”.

Ma facciamo un passo indietro per ricostruire la vicenda. Lo scorso 17 ottobre del 2014 al capitano Spinosa veniva comunicato il licenziamento da parte della Società Rimorchiatori Napoletani srl, che svolge su concessione della Capitaneria di Porto di Gaeta servizio di rimorchio nel Porto della città, con effetto immediato, essendo venuto a mancare, secondo quanto si apprende, “il presupposto di fiducia necessario tra datore di lavoro e dipendente”.

Da quanto appreso, il motivo che avrebbe portato la Società Rimorchiatori Napoletani a irrogare il licenziamento al Capitano Spinosa, consisterebbe nella mancata comunicazione da parte del Comandante Spinosa al proprio datore di lavoro, del temporaneo allontanamento di un marinaio dal rimorchiatore. I fatti risalgono alla prima settimana di ottobre. Dopo tale comunicazione e dopo aver concesso al Capitano Spinosa il termine di cinque giorni per fornire giustificazioni, è scattato il provvedimento del licenziamento, in data 17 ottobre.

Nella giornata di ieri, dopo circa tre mesi dall’accaduto è arrivata la sentenza, per la quale il Comandante è stato assistito dalla sezione Uil di Gaeta. Il Tribunale di Napoli ha stabilito che pur essendo accaduti i fatti oggetto della contestazione, essi non assumono rilevanza disciplinare. Il Capitano avrebbe agito secondo prassi e consuetudini ben note al datore di lavoro. Non vi sarebbe poi proporzione tra i fatti contestati al Capitano Spinosa e la sanzione espulsiva da lui subita. Il comportamento del capitano non è apparso al giudice idoneo a minare il rapporto di fiducia col datore.

Tornerà dunque al suo incarico il Capitano Spinosa che nei mesi scorsi era intervenuto in prima persona sulla questione “Sicurezza” nel Porto di Gaeta. Tema che ancora oggi è motivo di accese discussioni tra organizzazioni e associazioni locali e cittadini stessi. Al centro del dibattito l’ordinanza n 75/2014 della Guardia Costiera, che prevede la possibilità per i rimorchiatori in assistenza alle petroliere di allontanarsi qualora ci fossero eventuali altre necessità nel porto. Disposizione che, secondo molti, potrebbe non essere garanzia di massima sicurezza per i residenti e lavoratori stessi. Oggi il capitano Spinosa, “si dichiara lieto di potersi riappropriare della sua dignità di uomo e lavoratore che era stata calpestata da un provvedimento ingiusto che infangava il suo onore di capitano”

Comments are closed.

H24@SocialStream