Gaeta, Torrente Pontone: finalmente vicini alla soluzione del problema

Il sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano è stato convocato in Regione dall’assessore alle Infrastrutture Fabio Refrigeri, per valutare ed affrontare la grave problematica del torrente Pontone, divenuto ormai una vera e propria mina ambientale. All’incontro, che è stato programmato per venerdì 30 gennaio 2015, alle ore 10.30, presso la sede dell’Assessorato regionale, parteciperà anche il sindaco di Itri Giuseppe De Santis.

Una convocazione fortemente voluta dal Primo Cittadino, che sin dai primi mesi  di mandato, si è attivato chiedendo agli organi preposti, interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria del torrente in questione. A più riprese si è rivolto ai vertici della Regione Lazio, arrivando anche ad appellarsi al primo ministro Renzi, per denunciare la situazione di pericolo, aggravatasi nel novembre 2012, a seguito di eccezionali precipitazioni atmosferiche che provocarono una terribile esondazione del torrente. Non solo i danni alle abitazioni circostanti, alle coltivazioni ed alle infrastrutture locali furono molteplici ma, in quella tragica circostanza, perse la vita anche una donna travolta dalle acque. Più volte il Sindaco ha segnalato che, proprio in quella occasione, il corso d’acqua Rio d’Itri/Pontone perse definitivamente la sua funzione idraulica; l’impatto dell’enorme quantità d’acqua ha distrutto e compromesso molti dei suoi argini e delle protezioni funzionali.


Insieme ai Primi Cittadini di Itri e Formia, ha denunciato il pericolo persistente Pontone, sollecitando interventi di messa in sicurezza dell’infrastruttura idraulica. Ma ogni appello è rimasto senza risposta. Solo 8 giorni fa, in occasione della riapertura della SR Flacca, avvenuta in tempi record, il sindaco Mitrano auspicava, a breve, un incontro in Regione volto alla risoluzione positiva del problema Pontone, “in considerazione della fattiva collaborazione instaurata  con l’assessore Refrigeri e degli ottimi risultati conseguiti nella questione Flacca”. Un SOS questa volta andato a buon fine, grazie all’assessore Refrigeri che ha fissato la riunione in Regione per il prossimo 30 gennaio.

“Sino ad oggi – afferma il Sindaco Mitrano – in merito alla grave questione del Torrente Pontone abbiamo assistito ad un continuo rimbalzo delle responsabilità. La convocazione in Regione fa ben sperare per una corretta valutazione delle competenze, oltre che dello stato del torrente e dei suoi argini, e per la realizzazione in tempi brevi dei necessari interventi di manutenzione e di messa in sicurezza degli stessi. Confidiamo nella solida sinergia instaurata con i vertici regionali per giungere alla tanto attesa eliminazione del pericolo Pontone”.