Recinto sul Lago di Fondi, una denuncia a Monte San Biagio

Passano i decenni, ma le sponde del Lago di Fondi continuano ad essere al centro degli appetiti privati.

Ad inizio settimana, gli agenti della polizia municipale di Monte San Biagio hanno denunciato un uomo del posto, attualmente residente in Emilia: aveva tagliato la vegetazione autoctona e recintato una parte d’argine dello specchio d’acqua protetto, in pieno Parco dei Monti Ausoni.


Rete metallica e paletti per circa 100 metri per 30 metri, apposti in località Saracina. Un tentativo di indebita appropriazione che non è sfuggito agli uomini del  comandante Aldo Filippi, impegnati proprio nell’area in un servizio di pattugliamento.