Sanità Regione Lazio, diminuiti gli accessi al Pronto Soccorso del 5,7%

Sanità Regione Lazio, diminuiti gli accessi al Pronto Soccorso del 5,7%

La Regione Lazio ha diffuso una nota riguardo alla situazione della Sanità, in particolar modo riguardo agli accessi all’interno delle strutture ospedaliere e alle entrate nei punti di Pronto Soccorso.

“Il trend di accessi ai pronto soccorso della rete ospedaliera si conferma in costante decrescita, mentre aumentano i casi complessi. Negli ultimi quattro anni gli accessi sono diminuiti del 5.7% passando da un 1.909.497 del 2010 a 1.800.083 del 2014.

La situazione dei pronto soccorso di Roma è costantemente monitorata ma risente in questi giorni, così come in tutta Italia, della concomitanza di diversi fattori tra cui quelli legati all’epidemia influenzale. Domani mattina è stata convocata una riunione di tutti i Dg delle Asl e delle Aziende ospedaliere romane per esaminare la situazione e capire se si stanno attuando in modo adeguato le disposizioni già emanate dalla Regione nel decalogo definito lo scorso anno. Alle ore 14 di oggi i pazienti complessivamente trattati in tutte le strutture sede di pronto soccorso a Roma erano 1.240 di cui solo il 29% con codice rosso e giallo ossia di coloro che hanno un effettivo bisogno dei servizi di emergenza, il restante 71% è composto da codici verdi e bianchi. Vi erano alle ore 14 di oggi nei pronto soccorso di Roma 328 pazienti in attesa di ricovero o trasferimento e che rappresentano un fabbisogno di meno del 5% del totale dei posti letto ordinari delle strutture dotate di pronto soccorso in città. Questo è il punto da risolvere immediatamente. Abbiamo rinnovato ai Dg l’invito a implementare l’attuazione delle misure previste nelle indicazioni operative regionali e concordate con tutti i responsabili dei ps. Si devono facilitare e efficientare i processi di ricovero e dimissioni sette giorni su sette, utilizzando , nel caso, anche la disponibilità dei posti di letto delle case di cura accreditate.

Rimosse le cause che hanno rallentato in questi giorni la mobilità delle ambulanze , il fenomeno è rientrato in una dimensione ordinaria. La situazione, viene monitorata con l’Ares 118 tre volte al giorno alle ore alle 8, alle ore 14 e alle ore 20. I dati evidenziano la necessità che vi sia da parte di tutti un accesso appropriato ai pronto soccorso e di un maggiore utilizzo della rete territoriale dei medici di famiglia che è disponibile dalla ore 10 alle 19 di ogni giorno. Nei week-end è operativa su Roma dallo scorso 6 dicembre una rete disponibile anche sabato domenica e festivi a cui si sono rivolti in un mese circa 4.000 cittadini”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social