Latina: rubano in un cantiere edile, ai domiciliari quattro rom

Il Tribunale di Latina

Niente carcere per i quattro rom, domiciliati nel campo di Al Karama, bloccati dalla Polizia nella notte tra sabato e domenica scorsi, in via Respighi, a Latina, dove avevano messo a segno un furto in un cantiere edile. Il pm Alessio Sterzi ha chiesto la misura cautelare più pesante per gli imputati, ma il giudice del Tribunale di Latina, Maria Assunta Fosso, ha disposto i domiciliari per i romeni Ionel Mhiai, 30 anni, Ion Chiciu, 28 anni, e la 37enne Violeta Bratu, e ha rimesso in libertà il 35enne Eugen Emil Calota. Accolta infine la richiesta di termini a difesa avanzata dall’avvocato Valentina Sartori e processo rinviato al prossimo 21 gennaio.