Latina, sequestrati 5 quintali di botti e arrestato un 27enne

In occasione dell’imminente capodanno, il comando provinciale Carabinieri di Latina ha predisposto mirati servizi al fine di prevenire e reprimere reati in materia di detenzione di fuochi pirotecnici illegali.

Nella serata di ieri in Latina, i Carabinieri del Norm del locale Comando Compagnia, a seguito di specifica attività investigativa finalizzata alla prevenzione e repressione della produzione e vendita di materiale pirotecnico  e materiale esplodente hanno arrestato per il reato di detenzione illegale di manufatti pirotecnici e materiale esplodente di genere vietato D.C. 27enne del luogo.


sequestro botti capodanno carabinieriIl predetto, già conosciuto dai Carabinieri per la sua passione per i fuochi d’artificio, nel corso di un controllo effettuato all’interno del box auto, di sua pertinenza, ubicato in una palazzina residenziale di questo centro,  abitato da una ventina di famiglie, e’ stato trovato in possesso di manufatti pirotecnici artigianali illegali unitamente ad altri di IV e V categoria illegalmente detenuti, per un quantitativo di circa 5 quintali. Tra questi pericolosissimi botti ad alto potere di deflagrazione e vere e proprie “bombe” per la cui esplosione occorre un mortaio. Tutto il materiale con l’ausilio del personale specializzato degli artificieri dell’Arma e stato portato in località sicura in attesa della distruzione. L’arrestato e’ stato associato presso il carcere di Latina.

L’intervento dei Carabinieri del Comando provinciale di Latina coordinati dal Comandante Colonnello Giovanni De Chiara, ha scongiurato possibili pericoli per la palazzina dove erano sistemati i botti che, qualora esplosi avrebbero potuto causare seri danni sia alle persone che alle infrastrutture. Inoltre, qualora immessi sul mercato, sarebbero risultati altamente pericolosi.