Estorsione a Latina, condanna definitiva per padre e figlio

Condanna definitiva per Matteo e Paolo Baldascini, padre e figlio, responsabili del reato di estorsione nei confronti di un giovane di Latina, costretto a spacciare droga per loro e poi a consegnargli 1.800 euro quando il ragazzo aveva deciso di uscire dal “giro”. La Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso dei due imputati ed è stata così confermata la sentenza a cinque anni di reclusione emessa dal tribunale di Latina.

Nonostante alcune contraddizioni tra quanto dichiarato dalla vittima in fase di indagini, due anni fa, e quanto dalla stessa riferito in aula, i giudici hanno ritenuto fondata l’accusa. Altro colpo dunque ai Baldascini, originari di Casal di Principe, ma da tempo stabilitisi a Borgo Carso, indicati più volte dagli inquirenti come referenti del clan dei Casalesi in provincia di Latina.