Terra e i propositi per il 2015: “Far lavorare di più i dipendenti comunali”

Terra e i propositi per il 2015: “Far lavorare di più i dipendenti comunali”

Conferenza di fine anno per il sindaco di Aprilia Antonio Terra, che ha tracciato il bilancio di un anno di amministrazione concentrando il suo intervento soprattutto sull’aspetto economico. Tante sono state infatti le polemiche dopo la decisione di affidare ai privati la riscossione coattiva delle tasse non pagate dai contribuenti apriliani. “Non si tratta di una seconda Aser – spiega il Sindaco –, quest’anno abbiamo incassato solo di Tari, la tassa sui rifiuti, più di quanto ci riversava l’Aser con tutti i tributi. Abbiamo incassato 9 milioni di euro, ma ne avevamo previsti poco più i 12 milioni. Dovremo recuperare anche quanto non incassato negli ultimi cinque anni, circa 33 milioni di euro, e questo sarà possibile solo affidando all’esterno il servizio. Il bando è chiaro, speriamo risponderà qualcuno. Soprattutto, i soldi transiteranno sempre sul conto del Comune e le lettere saranno firmate dal nostro dirigente dell’area economica comunale”. Un anno tutto sommato positivo nonostante le difficoltà legate ai tagli del Governo: “Ma il nostro Bilancio prevede più del 10% di stanziamenti per i servizi sociali, il momento è delicato e dobbiamo far sentire la nostra presenza”.

Sul piano delle opere pubbliche, è stato acceso un mutuo per la sistemazione delle scuole, è stata inaugurata la nuova scuola Toscanini, si è dato il via alla progettazione di una ulteriore nuova scuola al posto della Gramsci, di proprietà privata. “A breve procederemo con i piani attuativi della Variante, per dare risposte alle periferie, e continueremo con i cantieri del Plus”. Sul fronte delle municipalizzate, Terra si dice soddisfatto: “Abbiamo rimesso in carreggiata la Progetto Ambiente che si occupa della raccolta rifiuti, si potrà procedere anche con l’acquisto di 12 mezzi che finora avevamo in affitto ed abbiamo estinto un mutuo acceso a suo tempo per mancanza di liquidità, neanche sapevamo di averlo”. Più duro il percorso della Multiservizi: “Abbiamo fermato l’emorragia di assunzioni, risolto i problemi con la previdenza sociale e se quest’anno il consuntivo 2013 si è chiuso in negativo è solo perché abbiamo conteggiato in maniera differente i tfr, così se un dipendente dovesse andare in pensione ne ha la possibilità”.

Per il prossimo anno il proposito è di far lavorare meglio la macchina amministrativa: “E’ una cosa che dio spesso ai dipendenti – aggiunge Antonio Terra – il nostro stipendio è pagato dai cittadini ed è a loro che dobbiamo tener conto. Purtroppo la politica ha generato una classe dipendente che non sempre è all’altezza”. Soddisfazione dell’Amministrazione per i risultati raggiunti dalle Attività Produttive (marchio di qualità, gli eventi) “ed ora stiamo studiando come applicare gli affitti agevolati anche alle attività commerciali”.  Il 2015 sarà l’anno dell’estensione del porta a porta anche al centro della città: “Siamo arrivati al 30% di differenziata, un bel balzo in avanti ma non ci possiamo fermare”, ha aggiunto l’assessore all’ambiente Alessandra Lombardi. Rimangono nodi irrisolti nel 2014 che dovranno essere sciolti con l’anno nuovo: il comandante della Polizia Locale, i cantieri fermi, le case popolari. Ma ora è giusto pensare al panettone.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social