Volley – Serie A1: colpaccio della Top Volley Latina sul campo di Macerata

Lube Banca Marche Treia-Top Volley Latina 1-3 (17-25, 26-24, 22-25, 23-25)

Lube Banca Marche Treia: Kovar, Stankovic 8, Sabbi 18, Parodi 15, Podrascanin 8, Baranowicz 3; Henno (L), Paparoni (L), Kurek 17, Shumov 2. N.e.: Monopoli, Bonacic. All. Giuliani


Top Volley Latina: Rossi 5, Sottile 4, Urnaut 18, van de Voorde 5, Starovic 22, Rauwerdink 6; Manià (L), Skrimov, Semenzato, Tailli. N.e: Pellegrino, Davis. All. Blengini

ARBITRI: Giotre, Boris

Spettatori 1927 per un incasso di 8100 euro

NOTE Durata set: 25‘, 31‘, 34‘, 30‘; totale 2h00‘

Treia: battute vincenti 3, battute sbagliate 28, muri 11, errori 37, attacco 54%.
Latina: bv 6, bs 13, m 7, e 17, a 45%.

MACERATA – Bisogna riavvolgere il nastro della storia fino al 7 novembre 2004 per trovare una vittoria di Latina a Macerata. Ma questa volta la formazione pontina, per la prima volta, lo fa da tre punti, lasciando i Campioni d’Italia all’asciutto, non era mai accaduto dopo undici giornate della SuperLega UnipolSai. Sul tappeto tricolore del Fontescodella di Macerata la Top Volley si aggiudica la gara 1-3 ed approfitta dei punti persi delle avversarie e del turno di riposo di Verona per prendersi il quinto posto in classifica. Ma cosa ancora più importante guadagna la matematica certezza di un posto nel tabellone della Coppa Italia. Un regalo di Natale che si fa (e lo fa a tutti i tifosi) la formazione di Blengini in attesa di Padova nel giorno di Santo Stefano.

Una gara dove i pontini non hanno concesso nulla agli avversari che si sono trovati sempre in affanno a cercare di recuperare il gap.

La Top Volley inizia subito con tutto l’acceleratore premuto e con due muri della coppia Rossi-Starovic si porta 3-7, poi un ace di Rossi allunga 6-11, i padroni di casa accorciano sul 10-12 ma è ancora Starovic a riportare il più quattro (10-14), finale tutto del Latina con un ace di Urnaut, Starovic e Rauwerdink che chiude 17-25. Giuliani conferma Kurek al posto di Kovar e sposta Parodi accanto al palleggiatore, Latina mette a segno un filotto di quattro punti (un muro di Sottile e un ace di Starovic) portandosi 4-8, i padroni di casa recuperano punto a punto portando con un muro di Stankovic la parità sul 10, si inizia a giocare palla su palla e poi una serie di timeout, nel finale muro di Baranowicz e Stankovic di prima intenzione chiudono sul 26-24. Shumov rimane in campo nel terzo set ma è Latina a volare con Rauwerdink sul 4-7 e poi con l’olandese, Sottile e un ace di Starovic sul 5-11, con il muro porta a sette i punti di vantaggio (7-14), ma la Lube recupera subito due lunghezze, 12-16 e poi con Sabbi e Parodi (un muro) effettua il riaggancio sul 20 pari, ma il finale è tutto Top Volley con un ace di Urnaut che chiude 22-25. Partenza lanciata del Latina nel quarto set che costringe Giuliani a chiamare tempo sullo 0-5, i padroni di casa non mollano e rimangono in partita con un parziale di 5-1 (ace di Sabbi e due muri) si riportano in parità sul 16, s’incomincia a giocare mantenendo il cambio palla, girandola di cambi, l’ultimo è quello di Tailli per il servizio che difende la palla e permette ai Urnaut di chiudere la gara 23-25.

Gianlorenzo Blengini schiera Sottile in regia e Starovic opposto, Rossi e van de Voorde al centro, Rauwerdink e Urnaut di banda con Manià libero. Alberto Giuliani risponde con Baranowicz al palleggio e Sabbi opposto, Stankovic e Podrascanin centrali, Kovar e Parodi schiacciatori, Henno libero.

Errore di Sabbi (0-1), contrattacco di Starovic e doppio muro Rossi-Starovic, 3-7 e la Lube chiama tempo. Ace di Rossi (6-11), muro di Podrascanin (8-11) per l’8-12 del timeout tecnico. Podrascanin di prima intenzione (10-12), contrattacco di Starovic (10-14), errore di Kovar, 15-20 e Giuliani interrompe il gioco. Dentro Kurek, ace di Urnaut e contrattacco di Starovic (16-23), dentro Shumov, contrattacco di Rauwerdink che chiude il parziale 17-25.

Giuliani conferma Kurek in campo e cambia posizione a Parodi, contrattacco di Kurek (4-3), errore di Podrascanin e muro di Sottile (4-6), dentro Shumov, contrattacco e ace di Starovic (4-8), errore di Latina e ace di Kurek (7-8), muro di Stankovic (10-10) si va al timeout tecnico sull’11-12. Errore di Starovic (17-16), contrasto vincente a rete di Urnaut (17-18), ace di Parodi (19-18), muro di van de Voorde, 19-20 e Macerata chiede tempo e poi sul 20-21, mentre Latina sul 21 e 22 pari. Muro di Baranowicz (24-23), Stankovic di prima intenzione chiude sul 26-24.

Il terzo set, Shumov in campo, si apre con un muro di Parodi (2-0), pipe di Urnaut, contrattacco di Rauwerdink e errore di Kurek (3-5), contrattacco di Rauwerdink (4-7), contrattacco di Rauwerdink, Sottile di prima intenzione e ace di Starovic (5-11), dentro Podrascanin e sul 6-12 il gioco si ferma per il timeout tecnico. Muro pontino (7-14) e sull’8-15 Giuliani interrompe il gioco. Contrattacco di Kurek e primo tempo di Podrascanin (12-16) e Blengini ferma il gioco. Contrattacco di Sabbi, 15-18 e i pontini chiedono tempo. Si riprende con un contrattacco di Sabbi (16-18), dentro Semenzato, muro di Parodi (18-19), contrattacco di Parodi (20-20), errore di Sabbi, 21-23 e timeout per i marchigiani. Si torna in campo con un ace di Urnaut (21-24), Stankovic manda out il servizio e Latina si aggiudica il parziale 22-25.

Quarto set, errore di Parodi, contrattacco di Urnaut, errore di Stankovic e pipe di Rauwerdink, 0-5 e Giuliani interrompe subito il gioco. Errore pontino 5-8, leggero infortunio a Sottile e Blengini chiama tempo sul 5-9 per far intervenire il fisioterapista Annarumma. Errore di Parodi (6-11), errore di van de Voorde (8-11) e il gioco si ferma sull’8-12. Ace di Urnaut (9-14), ace di Sabbi (12-15), muro di Podrascanin, 14-16 e Latina interrompe il gioco. Si riprende con un muro di Parodi e pipe (data toccata, ma molto dubbia) di Kurek (16-16), dentro Shumov, sul 21-22 la Lube ferma il gioco. Dentro Tailli per il servizio che difende un attacco della Lube e Urnaut chiude la gara 23-25.

Gianlorenzo Blengini: “Una prova importante, perche è stata dura, dopo aver perso il secondo set, quando ci sono riusciti a prendere, quando Sottile si è infortunato ma è rimasto in campo. Questi tre punti in classifica speriamo che ci diano la consapevolezza delle nostra forza”.

Candido Grande: “Siamo stati bravi, abbiamo giocato spavaldi e siamo riusciti a dare il nostro ritmo alla partita. A volte ci siamo complicati la vita. Siamo stati bravi a chiudere la gara a nostro favore. Un bravo va a tutti i ragazzi compreso lo staff per il lavoro svolto”.

Sottile: “Bella partita, una gara importante per noi. Non so quanti in questi anni hanno vinto a Macerata. È stata una gara equilibrata, dove abbiamo anche sofferto ma siamo riusciti a tener duro anche nei momenti che ci hanno recuperato nel punteggio. Siamo stati bravi a non mollare, a tener duro e ad uscire fuori nei finali dei set. Una grande partita che premia il nostro lavoro”.