Consorzi di bonifica, scatta la protesta

Consorzi di bonifica, scatta la protesta

Torna a farsi sentire il malcontento degli operatori dei consorzi si bonifica del Lazio. Mobilitazione a Roma per il prossimo 17 dicembre.

Una protesta dei lavoratori a Latina

Una protesta dei lavoratori a Latina

Non è più possibile attendere oltre. Vogliamo chiarezza e certezza sul futuro dei consorzi di bonifica” Questo l’appello dei Segretari regionali di Fai Cisl, Flai Cgil e Filbi Uil, Priori, Cappucci, Becherelli a margine dell’assemblea regionale dei delegati dei Consorzi di Bonifica. “Non ci sono certezze sulle risorse economiche, alcuni consorzi non stanno pagando più gli stipendi, ed altri non lo pagheranno già da dicembre. La regione non ha trovato soluzioni nel riconoscimento dei crediti vantati dai Consorzi e tra l’altro annuncia una riforma del settore i cui contorni sono piuttosto fumosi. Per queste ragioni – aggiungono i segretari – abbiamo deciso la mobilitazione del settore.” Nei prossimi giorni l’intero sistema regionale dei consorzi si mobiliterà a tutela del ruolo e dei posti di lavoro. Si comincia già con il blocco degli straordinari e delle flessibilità in tutti i consorzi regionali che entrerà in vigore dalla prossima settimana. Pronta una mobilitazione con presidio sotto la Prefettura di Roma, previsto per il prossimo 17 dicembre.

Intendiamo rappresentare al Prefetto la situazione più complessiva del settore che, sommando la inefficienze gestionali e i ritardi e le lacune regionali, portano come risultato i lavoratori senza stipendi e il rischio di non poter assicurare i servizi per mancanza di risorse.” La mobilitazione del settore proseguirà con la proclamazione di uno sciopero regionale di Consorzi di Bonifica se non arriveranno risposte concrete da parte dell’Unione regionale dei Consorzi e da parte della Regione Lazio

 

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social