Muore in casa, il cane rimane a vegliarla e non fa avvicinare i soccorritori

Muore in casa, il cane rimane a vegliarla e non fa avvicinare i soccorritori

Quei messaggi su Facebook lasciavano poco spazio all’immaginazione. Lara Pasquinelli, 46enne residente in via Marsica ad Aprilia, dietro il Pam di via Toscanini, aveva scritto strane cose: l’addio al cane, il “donare” il bene più prezioso, il cuore.

Un’amica di Lara, spaventata da quei messaggi, ha allertato le Forze dell’Ordine che si sono portate a via Marsica a casa della donna. Nessuno ha aperto, tanto che è stato necessario far intervenire i Pompieri. A quel punto, la scoperta del corpo riverso sul letto. Era morta pochi minuti prima dell’arrivo dei soccorsi, forse per un cocktail di farmaci. Chissà se Lara poteva essere salvata. Il corpo era vegliato dal cane di Lara, Key, un Dogue de Bordeaux che non ha fatto avvicinare nessuno alla donna. C’è voluto del tempo prima di potersi avvicinare alla salma. Un gesto, quello del cane, di assoluto ed incondizionato amore verso il proprio padrone.

Comments are closed.

h24Social