Estorsione a Monte San Biagio, domiciliari per l’arrestato di Fondi

Estorsione a Monte San Biagio, domiciliari per l’arrestato di Fondi
*Guglielmo Raso*

*Guglielmo Raso*

E’ uscito dal carcere per essere posto in regime di arresti domiciliari, il 28enne fondano Paolo Manna, arrestato assieme a un complice lo scorso 17 ottobre a Monte San Biagio dalla polizia di Fondi, in flagranza di reato, per estorsione aggravata nei confronti di un pastore.

Al termine dell’udienza di lunedì, il Tribunale del Riesame di Roma ha infatti riformato l’ordinanza di custodia cautelare a firma del gip Mara Mattioli – che dal momento delle manette teneva l’uomo, assistito dall’avvocato Guglielmo Raso, nella casa circondariale di Latina – disponendo nei suoi confronti una misura restrittiva più lieve.

Cosa che invece non è avvenuta per il presunto complice, Errico De Silvio, 39enne del frusinate tutt’ora in carcere: l’uomo, assistito dagli avvocati Eduardo Rotondi e Leonardo Casciere, aveva rinunciato alla richiesta di Riesame.

***ARTICOLO CORRELATO*** (Estorsione a Monte San Biagio, gli arrestati dal gip. E intanto la polizia continua a scavare – 19 ottobre -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Estorsione a Monte San Biagio, due arresti della polizia – 17 ottobre -)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]