Omicidio Cappia a Itri, testimonianze contraddittorie

Il luogo dove fu ritrovato il corpo dell'enologo
*Ulrico Cappia*
*Ulrico Cappia*

Tante, tantissime contraddizioni sono emerse nel processo per l’omicidio dell’enologo Ulrico Cappia. Testimoni che hanno dichiarato una cosa ai carabinieri e che ne hanno sostenuta un’altra davanti alla Corte d’Assise del Tribunale di Latina, aggiungendo più di qualche non so o non ricordo. Il quadro sull’esecuzione del professionista romano, freddato con un colpo alla nuca e poi dato alle fiamme nell’azienda agricola “Monti Cecubi”, a Itri, il 4 settembre dell’anno scorso, si sta facendo così ancor più complesso.

Imputato Giuseppe Ruggieri, 55 enne del posto, che secondo il pm Giuseppe Bontempo nutriva rancore verso la vittima, che lo aveva fatto licenziare dall’azienda. Un processo indiziario. E gli indizi raccolti sul presunto assassino, o meglio molti indizi, ieri sono stati messi in dubbio dai testi. A parlare sono stati il titolare della società vinicola, il notaio formiano Marciano Schettino, la moglie e due dipendenti.


Il notaio, rispetto a quanto riferito agli investigatori durante le indagini, ha cambiato versione su cosa avrebbe fatto la notte del delitto, appena giunto in azienda, dove solo per caso non si sarebbe incrociato con Cappia. Il professionista ha sostenuto di aver sentito gli spari e poi un’esplosione, pensando però prima a cacciatori di frodo e poi a una festa. Ha affermato che, visto il carattere dell’enologo, molti alla “Monti Cecubi” potevano avere del risentimento verso Cappia, il quale era entrato in contrasto anche con i pastori della zona. Alla domanda sul perché avesse in precedenza affermato di avere sospetti su Ruggieri, il teste ha infine specificato di essersi lasciato influenzare dai precedenti del 55 enne.

Discrepanze rispetto a quanto riferito ai carabinieri sono poi emerse nella testimonianza della moglie del notaio, Leda Maronno. La dipendente della vinicola, Ennia Ceccarelli, che lavorava con Cappia in cantina, si è invece vista contestare che agli inquirenti aveva riferito di aver ricevuto dal professionista confidenze sul fatto che fosse spaventato, tanto da dire che se gli succedeva qualcosa la moglie poteva stare tranquilla per il mutuo visto che lui aveva fatto un’assicurazione, e che in aula ha invece negato tali particolari. Stesso quadro infine sulla testimonianza dell’operaio Salvatore Mandarello, allontanatosi il 4 settembre dalla “Monti Cecubi” prima di Cappia, l’ultimo ad aver visto l’enologo in vita.

Nella prossima udienza, il 2 dicembre, è prevista la testimonianza del lavoratore Sergio Massa che, secondo l’accusa, il giorno prima e anche la mattina prima dell’omicidio avrebbe detto al notaio di licenziare l’enologo, perché già dopo 24 ore sarebbe stato troppo tardi.

Un processo difficile, in cui l’accusa, gli avvocati difensori Igor Ruggieri e Mariano Giugliano, e di parti civile, tra cui gli avvocati Benedetta Collerone Russo e Antonella Dragone, stanno cercando la verità sull’esecuzione del professionista.

 

LA VICENDA

***ARTICOLO CORRELATO*** (Omicidio Cappia a Itri, Ruggieri aveva già minacciato il fratello finanziere – 4 novembre -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Processo per l’omicidio di Ulrico Cappia, i famigliari si costituiscono parte civile – 16 settembre -)

***ARTICOLO CORRELATO***(Omicidio dell’enologo Ulrico Cappia a Itri, prima udienza il 16 settembre- 3 settembre)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Delitto Cappia, per Giuseppe Ruggieri ordinanza di custodia cautelare per omicidio – 27 novembre 2013 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Confermato il carcere per Ruggieri, il fascicolo torna a Latina – 8 novembre 2013 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Delitto di Itri, Ruggieri resta in silenzio – 8 novembre 2013 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Delitto di Itri, solo indizi. La difesa di Giuseppe Ruggieri si prepara all’interrogatorio di domani – 7 novembre 2013 -)

***ARTICOLO CORRELATO***(***video***Omicidio Cappia a Itri, i carabinieri fermano una persona-6 novembre 2013 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Omicidio di Itri, tracce di Dna per risalire all’assassino – 17 settembre 2013 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Omicidio Cappia ad Itri, “Elementi interessanti” dal sopralluogo dei Ris su due auto – 11 settembre 2013 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Itri, investigatori in cerca della pistola che ha ucciso l’enologo – 11 settembre 2013 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Un “basista” di Itri per commettere l’omicidio di Ulrico Cappia – 9 settembre 2013 -)

 *** ARTICOLO CORRELATO*** (L’autopsia dell’enologo bruciato ad Itri non dà risposte. Contattata la sensitiva di Torino – 7 settembre 2013-)

*** ARTICOLO CORRELATO*** (Enologo carbonizzato ad Itri, il cerchi si stringe su tre sospetti. Il medico legale rinvia l’autopsia  – 6 settembre 2013 -)

 *** ARTICOLO CORRELATO*** (Autopsia sul corpo del 57enne bruciato. Ma mancano parti del cadavere – 5 settembre 2013 -)

 *** ARTICOLO CORRELATO*** (Itri, ucciso con quattro colpi di arma da fuoco e poi bruciato – 5 settembre 2013 -)

 *** ARTICOLO CORRELATO*** (Corpo carbonizzato ad Itri, rilasciato l’operaio. Si configura l’ipotesi di omicidio – 5 settembre 2013 -)

 *** ARTICOLO CORRELATO***(57enne carbonizzato ad Itri, i carabinieri “fermano” un uomo – 5 settembre 2013 -)

 *** ARTICOLO CORRELATO***(VIDEO – Auto e corpo carbonizzati rinvenuti sulla provinciale Itri- Sperlonga- 5 settrembre 2013 -)