Quasi due milioni di euro al Comune di Priverno dalla Cassa Depositi e Prestiti

Nei giorni passati l’Amministrazione Comunale ha predisposto e inviato alla Cassa Depositi e Prestiti tutti gli atti necessari per accedere alle misure economiche previste nel Decreto Legge 66 del 2014 per il pagamento dei debiti della Pubblica Amministrazione. Così come accaduto lo scorso anno con il Decreto Legge 35 del 2013, i fondi messi a disposizione dal Governo saranno utilizzati per pagare i fornitori degli Enti Pubblici che hanno fatture non ancora pagate al 31 dicembre 2013.

*Pierluigi Vellucci*
*Pierluigi Vellucci*

“Grazie al grande lavoro di ricognizione messo in atto dai nostri uffici – afferma l’assessore al Bilancio Pierluigi Vellucci – siamo riusciti a venire a capo di una situazione tutt’altro che semplice e accedere alle misure economiche previste dal D. Lgs. 66/2014. Potremmo, in questo modo, saldare i debiti residui nei confronti dei fornitori del Comune e abbattere in maniera sostanziale il debito fuori bilancio che abbiamo trovato al nostro arrivo”.


A seguito dei controlli posti in essere, il Comune di Priverno ha avanzato una richiesta di 1,9 milioni: questa cifra, nello schema presentato dall’Ente lepino, servirà a saldare le fatture inevase al 31 dicembre 2013 e ripianare parte dei debiti fuori bilancio riconosciuti nelle passate settimane.

“La risposta arrivata dalla Cassa Depositi e Prestiti è stata positiva – sottolinea ancora l’assessore Vellucci – e presto dovremmo ricevere questa somma importante sia per gli equilibri finanziari del Comune, sia per le casse dei tanti piccoli e medi fornitori in attesa di essere pagati. A breve giro di posta completeremo l’iter burocratico, inviando gli ultimi documenti richiesti dalla CDP e attenderemo lo sblocco della cifra richiesta”.

Una volta che la somma sarà depositata sui conti del Comune di Priverno, il Dipartimento Finanziario provvederà a evadere le pratiche richieste per il pagamento, convocando i creditori solo in caso di necessità. Non è necessario, dunque, che le imprese in attesa di vedere saldate le proprie fatture si rechino presso gli uffici comunali, a meno che non sia espressamente richiesto.

*Il sindaco Delogu*
*Il sindaco Delogu*

“Dopo i 3 milioni e mezzo di euro ottenuti l’anno scorso – afferma il sindaco, Angelo Delogu – otteniamo altri 2 milioni di euro che entreranno in circolo nell’economia locale e daranno un po’ di respiro ai nostri fornitori. Un miracolo, che rappresenta un segno evidente di come questa Amministrazione stia facendo un lavoro eccezionale per porre rimedio ai problemi drammatici di liquidità che questo Comune aveva accumulato negli anni. Questo, insieme al riconoscimento e alla copertura dei debiti fuori bilancio, ci dice che questa compagine amministrativa sta concretizzando quel cambiamento che aveva promesso, cercando di fare di Priverno un Comune virtuoso, che tiene fede agli impegni che assume, senza ritardi e senza accumulare interessi e sanzioni, ma rispettando tempi di pagamento degni di un paese civile”.