La fotografa Marika Zampini, alias Mimiz, espone all’Art Cafè di Cori

La fotografa Marika Zampini, alias Mimiz, espone all’Art Cafè di Cori

MOSTRA MIMIZ - LOCANDINA“Chi ha occhio, trova quel che cerca, anche ad occhi chiusi”. Mercoledì 15 ottobre, alle ore 21:00, all’Art Cafè di Cori monte, la giovanissima Marika Zampini esporrà la sua mostra di fotografie che raccontano ciò che non si vede, la vita semplice, quella che appartiene a tutti noi. È la seconda esposizione, dopo quella dell’anno scorso sui luoghi più caratteristici di Cori, “Guarda oltre ciò che vedi”.

La ventiduenne corese, MimiZ, è un fresco e promettente prodotto dell’Officina dell’Arte e degli Antichi Mestieri di Cori e Giulianello. La sua avventura come fotografa è cominciata per gioco, scattando foto con il cellulare, finché un giorno si è resa conto che era nata una vera passione che vorrebbe trasformare nella sua professione. Ha seguito il corso di fotografia al Condominio dell’Arte di Colle Tenne tenuto da Vincenzo Pacifici, conseguendo quest’anno l’attestato riconosciuto dalla Regione Lazio.

Nel frattempo si è formata anche sui testi di Tom Ang, ha conosciuto il regista Paolo Cochi che le ha regalato il suo libro “L’emozione di un attimo”. Ha preso parte a vari concorsi fotografici locali, come “Goccia d’oro 2012 e 2013” (Rocca Massima) e “Il giardino Romantico di Ninfa 2013” (Sermoneta), dove si è classificata seconda. Prossimamente parteciperà all’edizione 2014 di quest’ultimo.

22 foto scattate in manuale con la sua “Nikon D5100”, usando vari obiettivi, tra Roma, Gaeta, Tivoli, Cori, Ninfa e Sermoneta. In ognuna Marika ha cercato di cogliere i dettagli della vita quotidiana, sfumature che spesso si danno per scontate, quei particolari che fanno la differenza. Tutto in puro stile MimiZ, per la quale la forma d’arte fotografica cerca sempre di catturare quel qualcosa in più che scappa all’occhio comune.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social