Terracina Basket 40.0, parla il presidente Di Mario

fotopresidente
*Saverio Di Mario*

Terracina Basket 40.0 è l’esigenza di dare continuità al basket nella nostra città. E’ un’idea che nasce e si sviluppa nel suo luogo naturale, e cioè sul classico campetto da playground facendo a spallate con gli amici di una vita. Solo un ambiente di questo tipo può scaturire un’idea simile. Dall’idea ai fatti il passo è stato brevissimo. Anche perché al gruppo di baldi cestisti si sono uniti personaggi di calibro come il  dott. Antonio Frainetti,  Marcello Tuccelli e Enio Saccucci, che sono vere e proprie istituzioni nel campo. Il gruppo è numeroso ed eterogeneo. Tutti inseriti nel tessuto economico e sociale di Terracina e, soprattutto, tutti vogliosi di accettare una nuova sfida.

Perché 40.0?
Semplicemente perché il basket a Terracina ha 40anni, tanti quanti sono quelli che io ed altri condividiamo questa passione. Se mi permette li rivendichiamo. Ma, se vuoi può anche voler dire: da oggi in poi.


Da dove partite?
dai piu piccoli, in pochi giorni il numero di iscrizioni al minibasket ha superato le nostre più rosee aspettative a conferma che c’era necessità di una seria alternativa alle proposte esistenti. Inoltre puntare su tecnici apprezzati e formati come Tiziano Fiori, Ida Scevola e Arturo Spada ha agito da moltiplicatore. Che badate bene, fanno parte anche loro di questa società come soci fondatori.

Programmi per il futuro?
Ci siamo iscritti al primo campionato senior, al campionato di promozione, per il quale stiamo allestendo una squadra in grado di figurare. Il prossimo anno cominceremo a pensare in grande. 40.0 è dovuta nascere prematura per motivi che non stiamo qui a ricordare. Questo primo anno, per forza di cose, dovrà servire a darci una struttura, a definire ruoli e competenze. Intanto, però, faremo tutti i campionati minibasket e tanti, tanti eventi. Vogliamo, insomma, essere una presenza vivace e contagiosa nel panorama sportivo della città. L’ideale, e so bene che ci riusciremo, sarà quello di trasmettere l’adrenalina positiva che ci anima a tutti i nostri tesserati ed a tutti quelli che, a qualsiasi titolo, vorranno far parte del nostro progetto.
A questo proposito lasciatemi ringraziare in principal modo il delegato allo sport del Comune di Terracina Francesco Zicchieri che ha mostrato una notevole sensibilità al nostro progetto, i dirigenti  provinciali  e quelli  scolastici   che ci hanno aperto le porte delle loro palestre.

Quindi, Saverio, il  Terracina Basket 40.0 è una nuova realtà del panorama cestistico terracinese?
credo che in questo progetto di nuovo ci sia solo il nome. C’è tanta storia, tanta passione e tanto sudore versato in 40 anni di sfide più o meno cruente su campi a volte ostili. E c’è la volontà di tante persone che oggi, 40 anni dopo, vogliono mettersi sulle ginocchia le nuove leve, con la speranza che i loro prossimi 40 anni saranno raccontati da loro con la stessa passione. C’era una porta chiusa davanti a noi con una storia importante dietro. Una porta chiusa in faccia. È bastato dire “Apriti Sesamo”!!! E, indovinate un po’? Quella porta si è aperta!!!

Che dire… siamo al punto di partenza di una nuova avventura?
No! siamo al PUNTOZERO!