Ponza, “Nessun pontile a Cala Feola”. Il Tar rigetta il ricorso sulla mancata concessione di un punto ormeggio

Ponza, “Nessun pontile a Cala Feola”. Il Tar rigetta il ricorso sulla mancata concessione di un punto ormeggio
*Cala Feola*

*Cala Feola*

Inagibile Chiaia di luna e Frontone accessibile soltanto via mare, la spiaggia di Cala Feola, a Le Forna, è l’unico arenile dell’isola di Ponza che si può raggiungere abbastanza facilmente dalla terraferma. Nella baia antistante quella striscia di sabbia deve essere così garantita la sicurezza dei bagnanti e non si può dare il permesso per installarvi pontili dove far attraccare le imbarcazioni.

Con questa motivazione il Tar di Latina ha rigettato l’ennesimo ricorso sulla mancata concessione di un punto di ormeggio nella zona, facendo però una volta per tutte chiarezza sul perché in quello specchio acqueo non è opportuno realizzare punti d’ormeggio. Una sentenza che mette sotto un’altra luce l’annosa battaglia per i pontili a Cala Feola.

Il ricorso respinto è quello presentato da Enzo Bucciarelli, che si è visto negare la concessione per installare pontili, dopo un tira e molla con il Comune iniziato nel 2008, caratterizzato da tanti silenzi da parte della pubblica amministrazione. L’imprenditore aveva anche chiesto un risarcimento danni di 1,1 milioni di euro. I giudici amministrativi, pur riconoscendo che il percorso seguito dall’amministrazione comunale non è stato lineare, hanno ritenuto corretto negare un punto di ormeggio a Cala Feola, definendolo “incompatibile, per motivi di sicurezza, con la balneazione”. Chi vuole approdare a Ponza non può fare altro che gettare l’ancora nel porto borbonico.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social