L’insediamento del nuovo presidente di Rete Imprese Italia

Re.Te impreseSi è svolta ieri mattina la conferenza stampa per l’insediamento del nuovo presidente di R.E.TE Imprese Italia provincia di Latina Angelo Agnoni all’interno dell’associazione che ad oggi rappresenta la prima nata nel Lazio – nonchè la terza in Italia – e che vanta dell’adesione delle  cinque associazioni datoriali quali Casartigiani, Cna, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti.

All’incontro hanno partecipato i rappresentanti di queste ultime oltre al Presidente di RE.T.E Imprese uscente, ovvero Vincenzo Zottola che nel suo saluto ai presenti oltre a ripercorrere le breve storia e gli sforzi fino a questo momento portati in campo da RE.T.E Imprese ha voluto sottolineare e ribadire il fondamentale ruolo di coesione che dovrà mantenere per il prossimo anno la stessa associazione al fine di non rinunciare a tenere viva quell’identità che nasce da una profonda sinergia e collaborazione nell’ottica di una risposta progettuale e di concertazione in previsione della tanto attesa ripresa ed in linea con lo statuto nazionale e che include: il supporto istituzionale e di rappresentanza per lo sviluppo integrato delle imprese dei settori in particolare delle PMI; la programmazione di interventi di sviluppo locale; l’attivazione di strumenti e misure per una concertazione territoriale centrata su crescita e innovazione.


“Dobbiamo ricercare maggiore coesione all’interno dei territori – ha dichiarato Zottola durante il suo intervento – invito il nuovo presidente ad attivarsi fin da subito per avviare un piano strategico di sviluppo cercando di inglobare all’interno di questo gli altri Comuni del Lazio. Se si riesce ad arrivare ad un piano condiviso sono certo che arriveremo anche ad attirare fondi Europei, essenziali in un terribile momento storico di deflazione come questo.”

Prima di passare la parola al neo eletto Agnoni , i rappresentanti delle associazioni datoriali presenti in aula hanno voluto ricordare quanto dichiarato dal Presidente Zottola alla vigilia della scorsa elezione rimarcando il clima di unità e affermando “Siamo arrivati fin qui, alla fine di un percorso che non è stato per nulla complesso e farraginoso a dimostrazione che quando si guarda all’interesse delle imprese e si vuole rafforzare il peso decisionale e progettuale tutto è possibile” .

“Abbiamo fatto moltissimo – fa eco Agnoni – ed oggi è doveroso ripercorrere le numerose iniziative organizzate fino a questo momento: il workshop con la Regione Lazio per i bandi europei di europrogettazione, la mobilitazione generale delle imprese organizzata a Roma e che mosse molti imprenditori locali nella capitale per prendere parte all’iniziativa, l’intesa con Federlazio denominata “Intesa 99.0”, gli incontri con i sindaci per parlare della questione Tasi e il protocollo d’Intesa con Montepaschi di Siena la scorsa primavera per il rilancio dell’economia locale e attraverso il quale si è ragionato in termini di agevolazioni fiscali.”

Al termine proprio lo stesso presidente Agnoni ha voluto ricordare l’atteso evento del prossimo venerdì 26 settembre quando RE.T.E Imprese e Montepaschi siederanno nuovamente vicini all’interno di una tavola rotonda al quale sarà invitata ad intervenire la classe imprenditoriale della provincia .