San Cosma, “Ladri di carozzelle” a scuola per far riflettere sulla disabilità

ladri di carrozzelleStanno mettendo a punto un progetto di sensibilizzazione al disagio. Una campagna che passa attraverso le scuole di Santi Cosma e Damiano e che nasce da un’idea del vicesindaco e assessore ai servizi sociali del Comune, Vincenzo Petrucelli su proposta di Erminio Di Nora.

L’idea è di portare la disabilità in classe attraverso un gruppo musicale che del suo disagio ha fatto la sua “forza”. Nella giornata di ieri, infatti, i Ladri di Carrozzelle hanno raggiunto Santi Cosma e Damiano per un sopralluogo al fine di organizzare una serie di giornate di musica riflessiva in collaborazione con la direzione didattica.


Il messaggio che il gruppo musicale cercherà di trasmettere ai giovani studenti è relativo al disagio come fonte di ricchezza e di gioia e non certo motivo di scherno o limitazione di vita. L’integrazione sociale non passa attraverso le limitazioni, presunte o effettive, ma attraverso una diffusa presa di coscienza che la disabilità non è un ostacolo alla crescita e all’inserimento se già a scuola si impara a rispettare e convivere con la diversità.  Paolo Falessi e i “suoi” Ladri lo fanno quotidianamente e saranno lieti di condividere la propria esperienza di vita con i ragazzi di San Cosma aderendo al progetto comunale e regionale finalizzato ad aiutare i giovani a guardare oltre.