Fondi, prorogati i termini dell’avviso sullo Sportello di Conciliazione Sociale

plus fondiIl Sindaco Salvatore De Meo rende noto che sono stati prorogati al 26 Settembre prossimo i termini dell’Avviso pubblico relativo all’intervento n°10 “Sportello di Conciliazione Sociale”, previsto nell’ambito del P.L.U.S. – Piano Locale Urbano di sviluppo, per il quale sono stati destinati 100.000 Euro.

L’avviso concorre alla strategia del P.L.U.S. “La Città dei servizi e delle nuove centralità” del Comune di Fondi e finanzia interventi a carattere individuale volti a favorire la permanenza delle donne nel mercato del lavoro. Questa importante misura sociale è stata concepita a sostegno delle madri lavoratrici e delle famiglie, con l’obiettivo prioritario di mettere a disposizione un aiuto economico, erogato attraverso un “voucher”, spendibile presso strutture che forniscono servizi utili per la conciliazione tra tempi di vita e di lavoro allo scopo di coniugare impegni familiari e lavorativi: centri diurni, asili nido, ludoteche e laboratori didattici, servizi pre e post-scuola.


Il bando pubblico è finalizzato all’istituzione di una lista di fornitori qualificati di servizi di conciliazione.

Sono invitati a presentare istanza di iscrizione tutti gli operatori del settore pubblico/privato con sede operativa nel Comune di Fondi che siano abilitati all’erogazione di servizi utili alla conciliazione.

E’ possibile richiedere l’iscrizione per servizi rivolti a minori o a persone con disabilità o invalidità, per servizi di trasporto per minori o disabili o per altri servizi per minori o disabili che rispondono alla logica della conciliazione.

Le domande, redatte secondo le indicazioni e con i relativi allegati, da consegnare a mano o far pervenire a mezzo posta tramite raccomandata A.R. in busta chiusa al Comune di Fondi – Settore III – Servizi alla Persona, potranno pertanto essere presentate fino a Venerdì 26 Settembre 2014.

L’avviso e i relativi allegati sono scaricabili dai siti internet www.comunedifondi.it e www.plusfondi.it.

La valutazione delle istanze pervenute consisterà nella verifica sul possesso dei requisiti richiesti in sede di avviso, a conclusione della quale si procederà alla formazione della lista di fornitori, suddivisa per ramo di attività.

Subito dopo la scadenza del 26 Settembre seguirà un successivo bando rivolto all’assegnazione dei voucher alla donne lavoratrici.