Il Consiglio comunale di Sermoneta approva regolamento e aliquota Tasi

consiglio sermonetaIl Consiglio Comunale di Sermoneta, convocato dal Presidente Luigi Torelli per lunedì 8 settembre alle ore 11, ha approvato il regolamento e l’aliquota Tasi, la tassa sui servizi indivisibili. L’Amministrazione Comunale ha fissato l’aliquota all’1,58 per mille, tra le più basse di tutti i Comuni limitrofi. Non si applica l’aliquota sulla seconda casa.

“La determinazione di applicare un’aliquota per la prima casa nasce dalla necessità di dover recuperare il taglio integrale sui trasferimenti riguardate la decisione, da parte del governo, di non applicare l’Imu sulla prima casa”, ha detto l’assessore al Bilancio Antonio Di Lenola, che ha spiegato la necessità di compensare i tagli dei trasferimenti statali con la volontà di non incidere troppo sulla pressione fiscale delle famiglie, con sgravi previsti anche per le situazioni disagiate. “I soldi incassati dalla Tasi – ha aggiunto Di Lenola – verranno investiti per le spese della pubblica illuminazione, mettere in sicurezza le strade che ne hanno bisogno e curare le aree verdi”.Nel corso del Consiglio comunale sono state anche costituite le commissioni consiliari, che lavoreranno per analizzare gli atti propedeutici al Consiglio Comunale. Proprio in commissione saranno affrontati i nodi del bilancio di previsione, che l’Amministrazione Comunale si appresta a varare e su cui sta lavorando ormai da tempo.


Non solo. I consiglieri di maggioranza hanno proposto di rinunciare al gettone di presenza per la loro partecipazione alle sedute di consiglio comunale. Una proposta raccolta anche dall’opposizione. Il compenso annuo spettante ai consiglieri verrà destinato a scopi sociali, decisi nell’ambito della commissione consiliare competente. Il segretario comunale del Comune di Sermoneta presenterà comunque un quesito al Ministero per capire a luce della Legge Del Rio come debba essere quantificato il tetto della spesa per i consiglieri. “Abbiamo voluto lanciare un segnale – ha spiegato il capogruppo di maggioranza Gilberto Montechiarello – perché la politica deve essere fatta per passione e non per guadagno”.