Movida notturna a Scauri, sequestrata un’area di 400 metri quadrati

movida

AGGIORNAMENTO – Il provvedimento di sequestro è arrivato dalla Procura della Repubblica di Cassino. Sigilli ad un’area di 400 metri quadrati adiacente lo stabilimento balneare Lido del Sole, anche conosciuto come Wave, sul lungomare di Scauri apposti dai carabinieri della stazione a seguito di accertamenti che si sono svolti lungo tutta la stagione estiva.


 A dare l’avvio ai controlli degli uomini dell’Arma nei mesi tra luglio e agosto erano state una serie di denunce da parte di residenti e turisti a causa della musica troppo alta. Indagini svolge di concerto tra i militari e i tecnici dall’Arpa per verificare il rispetto della normativa imposta sui decibel. E gli esami svolti hanno stabilito che la musica così come somministrata superava la soglia massima consentita dalla legge. Solo 15 giorni fa l’agenzia regionale per la protezione ambientale del Lazio aveva inviato la sua relazione in merito all’effettivo riscontro di violazioni presso quel lido di Scauri. Una documentazione a seguito della quale la Procura della Repubblica ha ritenuto di emanare l’ordinanza di sequestro dell’area di 400 metri quadrati che nell’arco della stagione estiva ha ospitato serate danzanti e feste. Ma il provvedimento della magistratura si è concretizzato anche con una informativa di reato a carico del titolare dello stabilimento balneare e del suo socio. I reati contestati sono disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone che risiedono nella zona circostante.