Presidio ospedaliero centro, gli strali di Forza Nuova

corsia-ospedale“Assolutamente inadeguati”. Ancora una decisa censura dell’operato dell’Asl pontina, per la segreteria provinciale di Forza Nuova, che torna a mettere sul banco degli imputati il direttore sanitario del Presidio ospedaliero centro Sergio Parrocchia ed il capo dipartimento di Chirurgia Franco Stagnitti, tacciati di “incapacità ed impreparazione”.

In un comparto sanitario generale già boccheggiante di suo, punti centrali della polemica sono ancora una volta gli ospedali di Terracina e Fondi, che vedono il perdurare di una “drammatica situazione” di “anarchia”, come sottolineato dai forzanovisti.


“In questo momento è estremamente difficile, se non impossibile, sia per i pazienti esterni e sia per i ricoverati, eseguire gastroscopie e colonscopie in questi due ospedali”, scrivono. “A Terracina il furto di due colonscopi, avvenuto due mesi fa, ha di fatto bloccato la possibilità di eseguire colonscopie, mentre a Fondi lo spostamento in un altro reparto di un infermiere dedicato al servizio di Endoscopia digestiva ed il contemporaneo infortunio dell’altra infermiera, ha bloccato ogni genere di attività”.

*Sergio Parrocchia*
*Sergio Parrocchia*

Tutto, senza che chi di dovere riesca in qualche maniera ad arginare ritardi, liste d’attesa che crescono a vista d’occhio e storture che, alla fin fine, ricadono sempre e comunque sugli utenti.

“Fino a che punto i cittadini avranno ancora pazienza di aspettare mentre assistono a questo scempio totale dell’assistenza sanitaria?”. Quesito che per il movimento dell’ultradestra coincide con un affilare (metaforicamente) le armi: da Forza Nuova, si dicono pronti “ad organizzare manifestazioni per sensibilizzare ulteriormente organi di stampa ed opinione pubblica nell’intento di inchiodare alle loro responsabilità coloro che, pur nominati a ruolo di comando, non riescono a risolvere questi gravi problemi di sanità pubblica”.