***video***Sapa: fabbrica occupata, gli operai si giocano il tutto per tutto

IMG_1181[1]Fino a venerdì giorno dell’ultimo tavolo tenutosi in Regione, non c’era nessun problema presso lo stabilimento della Sapa. Poi questa mattina la sorpresa: i cancelli della fabbrica chiusi per lavori di manutenzione con tanto di comunicazione agli operai di rimanere a casa fino a data da destinarsi, giornate pagate. Questo c’era scritto su un foglio non firmato affisso ai cancelli, una comunicazione che non è piaciuta ai lavoratori che si sono sentiti “buttati fuori” dallo stabilimento prima del tempo visto che i licenziamenti sono previsti per il 19 e che nell’ultimo tavolo in Regione di accordi, per tenere aperta la fabbrica di Fossanova, non ce ne sono stati. Tutto questo in teoria, perchè i lavoratori, ora più che mai, sono decisi a lottare e a preservare il proprio posto.


La lunga giornata della Sapa, oggi è iniziata presto. Sotto il sole, gli operai hanno atteso unaIMG_1192[1] comunicazione, un’attesa estenuante per capire cosa dovessero fare. Poi l’ok, dopo la mediazione dei sindacati in Prefettura e in Questura per accedere alla mensa ed ai servizi igienici. Da oggi è iniziata alla Sapa l’assemblea permanente e già gli operai si sono organizzati per presidiare. Di interrogativi ne restano comunque molti, perchè di fatti ce ne sono pochi e sono le azioni intraprese dai lavoratori. Dal tavolo in Regione è emerso poco se non la pallida ipotesi della cessione di un ramo d’azienda che permetterebbe di reintegrare 20 lavoratori, un po’ pochi su 140. Questa mattina tra bandiere e striscioni era presente il sindaco di Pontinia, Eligio Tombolillo, nei giorni scorsi anche i sindaci di Priverno e Roccasecca hanno partecipato ad alcune manifestazioni. Ma di tutti quegli esponenti politici intervenuti più di un mese fa al consiglio comunale convocato davanti la fabbrica, non se ne sono visti molti, anzi forse proprio nessuno. Dove sono i buoni propositi? La volontà di manifestare con i lavoratori anche nei cortei? Se è ancora possibile intervenire per scongiurare i licenziamenti sarebbe il caso di farlo ora.

IMG_1195[1]“Dire ad un operaio di restarsene a casa pagato ma di lasciare il posto di lavoro è umiliante”. Questo affermavano questa mattina alcuni degli operai che ora aspettano altre risposte, quelle dal Ministero che dovrebbero arrivare giovedì nel corso di un altro tavolo. La protesta dalla Sapa è stata in crescendo, ognuno fino ad oggi ha rispettato i propri ruoli cercando ogni mediazione possibile. Ma la sensazione che ci si trovi davanti ad un muro di gomma diviene sempre più concreta. ” Dovrebbe esserci uno sciopero generale – commentavano altri operai – perchè oggi tocca alla Sapa, domani a chi toccherà chiudere i battenti?”. il numero delle aziende, delle fabbriche, delle piccole e medie imprese che hanno chiuso i battenti in provincia aumenta di giorno in giorno. Sarà solo colpa della crisi? Quando era iniziata, si era detto che la battaglia della Sapa era per tutti, che il sito industriale di Fossanova doveva essere un simbolo anche per le altre fabbriche. Per gli operai è ancora così  e non possono crederci solo loro. 140 persone a spasso sono un problema del territorio.

VICENDA SAPA

***ARTICOLO CORRELATO*** (Vicenda Sapa, Giaccherini dell’Ugl: “Azienda incapace di trovare soluzione condivisa” – 7 luglio -)

***ARTICOLO CORRELATO***(Cancelli chiusi alla Sapa per “manutenzione straordinaria”-7 luglio)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – ”Fossanova non si tocca”: gli operai Sapa bloccano la Frosinone-mare – 30 giugno -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (I lavoratori della Sapa bloccano la Frosinone-Mare – 30 giugno -)

***ARTICOLO CORRELATO***(VIDEO – Chiusura Sapa, il presidio dei lavoratori in Confindustria – 20 giugno -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Sapa, accordo impossibile: si ferma parte della produzione – 17 giugno -)

***ARTICOLO CORRELATO***(Sapa, la prossima settimana l’incontro al Ministero – 5 giugno -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (La Sapa rinvia il tavolo convocato con il ministro Guidi. Le preoccupazioni della Regione Lazio – 27 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO***(Sapa, giovedì 29 maggio Zingaretti incontra il ministro Guidi-24 maggio)

***ARTICOLO CORRELATO*** (La Fiom condanna l’aggressione al dirigente della Sapa – 23 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Sapa, dirigente aggredito: l’azienda si fa sentire – 23 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Sapa, riunione nazionale a Bologna: i lavoratori si preparano alla lotta – 23 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Sapa, anche per la Regione è un caso nazionale: Zingaretti scrive al Ministro – 21 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Sapa, l’appello degli operai: fermate la “macelleria sociale” – 19 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO***(***video***Sapa: una battaglia per il lavoro che dalla provincia diventa nazionale – 15 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Sapa, il Comune di Priverno sarà presente al Consiglio straordinario e si dice “contrario alla procedura di mobilità” – 14 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Vertenza Sapa, l’Ugl Metalmeccanici chiede tavolo ministeriale – 13 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO***(Sapa, nulla di fatto all’incontro presso Unindustria. Convocato consiglio straordinario fuori ai cancelli della fabbrica – 12 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – No ai licenziamenti alla Sapa di Fossanova, lavoratori sotto la sede di Unindustria – 12 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Sapa di Fossanova, l’impegno di Enrico Forte – 8 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO***(Lavoratori Sapa, audizione in Provincia – 8 maggio)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Priverno, il sindaco Delogu sulla chiusura Sapa: “Apre una ferita insanabile sul nostro territorio” – 6 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (La Fiom- Cgil insorge alla notizia di 136 licenziamenti per la chiusura della Sapa di Fossanova – 5 maggio -)