Beach soccer serie A, il Terracina stende la Catanese 5-4

terracina beach soccerGara 2 non fa in tempo a cominciare che due nomi della corazzata laziale svettano immediatamente di fronte allo splendido mare calabrese, Lorenz, che realizza una bruciante doppietta in meno di due minuti e Spada che dice subito no ai tentativi dei siciliani di entrare in partita. Il Terracina grandi firme si presenta al gremitissimo Betclic Beach Stadium anche con il rientro di Paolo Palmacci. L’apporto del numero 11 è di quelli gold. Fantasia e classe a disposizione di mister Del Duca per la volata scudetto e sua, su calcio di rigore, la rete del 3-0 dopo appena 6 minuti che chiude di fatto il primo tempo. La Catenese ci prova con Sciuto, Ardizzone e Campanella ma Spada, portiere della nazionale, è strepitoso.

La seconda frazione però si apre con un tiro magistrale di Garofalo “capobianco” che dalla propria metà campo, in diagonale, questa volta fa centro e accorcia. Il gol scatena nei minuti successivi l’avvio di una partita bellissima. Garofalo lotta come un leone, Lorenz offre spettacolo ed il pubblico, si diverte. A metà secondo tempo un tiro libero concesso alla Catanese, fa saltare di gioia i tifosi etnei grazie a Sciuto che realizza ma l’arbitro annulla. Nel successivo tentativo, Spada sventa e tiene il Terracina avanti di due gol. La gara è bella e grazie al cuore della Catanese, anche più equilibrata di quanto non si possa immaginare ma allo scadere di secondo tempo, Lorenz non perdona e colpisce ancora mandando il Terracina a riposo sul 4-1.


L’ardore etneo non si placa e subito dopo lo show time, si concretizza con la bella rete di Bonanno che apre il terzo ed ultimo tempo. Il Terracina capisce che non può lasciare troppo campo alla squadra di Garofalo e si riporta alla ricerca della rete della totale sicurezza. Andrezinho ci prova due volte ma la magia è ancora di Lorenz “il magnifico” ed il bottino laziale sale a 5. La forza del Terracina non spaventa però la Catenese che in due minuti si porta sul 4-5. Finale incredibile ed incandescente. Prima Campanella e poi l’autorete di Corosiniti che inganna Minchella. Fuoco e fiamme nei secondi finali ma il risultato, per fortuna del Terracina, non cambia.

CATANESE – TERRACINA 4-5 (0-3; 1-1; 3-1)

Catanese: Di Benedetto, Campanella, Federici, Bonanno, Borbone, Missale, Garofalo, Ardizzone, Sciuto, Nicotra, Liotta. All: Garofalo

Terracina: Spada, Minchella, Andrezinho, Olleja M, Feudi, D’Amico, Olleja S, Lorenc, Palmacci, Frainetti, Del Duca, Corosiniti. All: Del Duca

Arbitri: Pungitore (Reggio Calabria), Di Ciano (Lanciano).

Reti: 1′ pt Lorenz (T), 2′ pt Lorenz (T), 6′ pt Palmacci (T), 1′ st Garofalo (C), 10′ st Lorenz (T), 1′ tt Bonanno (C), 6′ tt Lorenz (T), 10′ tt Campanella (C), autogol di Corosiniti (T),
Note: Ammonizioni Ardizzone (C),