Questione Sisto a Terracina, la Regione: “Continuiamo a cercare soluzioni per risolvere la vicenda”

amedeo di pietra1La Regione Lazio rende noto che “in merito alla protesta di questa mattina di fronte all’ingresso della Regione Lazio sul mancato rilascio di una concessione demaniale lungo gli argini del fiume Sisto nel Comune di Terracina, si precisa che parte dell’area è stata posta sotto sequestro dalla magistratura un anno fa circa, in seguito ad attività di polizia giudiziaria di diversi corpi”.

Dall’ente regionale fanno sapere inoltre che “l’Agenzia regionale per la Difesa del Suolo, aveva ordinato già due anni fa il ripristino dello stato dei luoghi dell’area in oggetto. Di fronte a questa inottemperanza da parte del soggetto concessionario, l’Ardis ha espresso un parere idraulico negativo che ha determinato il diniego del rinnovo della concessione. Resta comunque la volontà della Regione Lazio di continuare a ricercare tutte le soluzioni per risolvere la vicenda, in un quadro di legalità e di trasparenza”.


 

***ARTICOLO CORRELATO*** (Terracina, la protesta dell’Assoninfa continua… sull’albero – 30 giugno – )

***ARTICOLO CORRELATO***(Questione Sisto, l’ ‘Assoninfa’ continua il presidio a Roma. Intervengono anche quelli del ‘Porto del Sisto’-8 giugno)

***ARTICOLO CORRELATO***(Presidio dell’Assoninfa in Regione. La protesta passa anche per la bara-5 giugno)

***ARTICOLO CORRELATO***( ***video***TERRACINA, SEQUESTRO DI PONTILI A FOCE SISTO-9 agosto 2013)

 

***ARTICOLO CORRELATO***(TERRACINA, CONTROLLI DELL’ARDIS A FOCE SISTO-18 luglio 2013)

 

***ARTICOLO CORRELATO***(Terracina, nuova inchiesta sui pontili al Sisto-15 febbraio 2014)