Gaeta, indetto un incontro pubblico a Sant’Erasmo per presentare i nuovi servizi della differenziata

*Il plesso Mazzini*
*Il plesso Mazzini*

I residenti del quartiere Sant’Erasmo sono invitati a partecipare all’incontro pubblico di presentazione dei nuovi servizi di raccolta differenziata promossi dall’amministrazione comunale di Gaeta. L’incontro, presieduto dal sindaco Cosmo Mitrano e dall’assessore alle politiche ambientali Alessandro Vona, si terrà il 26 giugno alle ore 17:30 nel plesso scolastico «G. Mazzini» di via Faustina dove saranno illustrate le modalità di raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta che inizierà il 30 giugno prossimo.

Dopo anni di lunga attesa, finalmente all’Amministrazione Mitrano va il merito di far decollare il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta, un modo per responsabilizzare ogni cittadino sul corretto conferimento dei rifiuti e per migliorare l’aspetto dell’arredo urbano attraverso l’eliminazione dei cassonetti su strada. «Contribuendo così – precisa Mitrano – a rendere sicuramente migliore la qualità della nostra vita ed il decoro della nostra bella città».


All’incontro pubblico promosso ed organizzato per informare i cittadini del quartiere medievale sulle modalità di raccolta, il sindaco Cosmo Mitrano e l’assessore Alessandro Vona saranno coadiuvati da Francesco Valente, responsabile Gaeta della Ecocar (ditta che gestirà il servizio di raccolta nei prossimi anni), e Fabio Papa, referente area centro sud della Cooperativa Erica, azienda che seguirà e gestirà la campagna di sensibilizzazione e animazione territoriale a supporto dei nuovi servizi.

Il sindaco Mitrano confida sulla sensibilità e sulla collaborazione dei cittadini chiamati ad impegnarsi «a modificare radicalmente abitudini e atteggiamenti, poiché saranno necessarie attenzioni, sino ad oggi, sconosciute nella nostra quotidianità. Senso civico e volontà di costruire un futuro migliore per i nostri figli saranno fattori determinanti per raggiungere un elevato livello di differenziata e rendere la città di Gaeta più bella e più vivibile».

«Il nuovo servizio di raccolta differenziata porta a porta – sottolinea il primo cittadino – ci permetterà inoltre di raggiungere anche un altro importante obiettivo: la lotta all’evasione fiscale». Infatti, «i Kit necessari per la raccolta porta a porta – spiega Mitrano – saranno consegnati solo ai residenti che presenteranno regolare ricevuta del pagamento della TARES. Sarà, quindi, facile scoprire gli eventuali evasori. Di qui l’altro indiscutibile vantaggio per la comunità, poiché l’aumento della percentuale di raccolta differenziata insieme al recupero dell’evasione ci consentirà riduzioni nella pressione fiscale in ambito TARI, la nuova tassa sui rifiuti, introdotta dal governo centrale, in vigore dal 1 gennaio 2014. Continua dunque, in modo sempre più incisivo il nostro impegno per la realizzazione del progetto denominato “Obiettivo Welfare ed Economia”, finalizzato al benessere sociale e alla ripresa economica del territorio».

Ribadisce l’invito a collaborare l’assessore Vona che ritiene il nuovo servizio in grado di raggiungere alte percentuali di differenziata. «La partecipazione fattiva dei cittadini, l’ottimizzazione ed un’efficiente programmazione del servizio – puntualizza l’assessore – saranno vincenti. Vogliamo rassicurare la popolazione sulla realizzazione di una capillare ed efficace campagna di informazione, finalizzata a fornire ogni delucidazione».

Durante l’incontro al plesso Mazzini sarà spiegato che i cittadini riceveranno un kit con tutti i contenitori per effettuare la raccolta, con colori differenti per ogni tipologia di rifiuto, secondo quanto prescrive la direttiva europea: marrone per rifiuti organici; grigio per rifiuti indifferenziati; blu per la carta; giallo per la plastica e verde per il vetro. I contenitori per la raccolta dei rifiuti organici e di quelli indifferenziati conterranno un microchip che servirà a monitorare il conferimento dei rifiuti.