Cisterna, polemiche sulla Notte Bianca. Il chiarimento dei commercianti organizzatori

Corso della RepubblicaMentre sono in via di definizione gli ultimi aspetti organizzativi della Notte Bianca in programma a Cisterna per il prossimo 27 giugno, tra i commercianti del centro scoppia una polemica furibonda, per fortuna sedata sul nascere.

Tutto a causa di una lettera fatta recapitare presso ogni esercizio commerciale del centro, da alcuni organizzatori. Nella missiva, sostanzialmente, si esortavano tutti gli esercenti, forse in maniera un po’ troppo perentoria, ad aderire alla Notte Bianca.


In effetti in uno dei passaggi conclusivi della lettera in questione, si lasciava intendere che i negozi che non parteciperanno all’iniziativa sono tenuti a restare chiusi venerdì sera.

Da qui le proteste che, come al solito, sono rimbalzate su Facebook come schegge impazzite.

Addirittura la Pro Loco ha sentito la necessità di postare sul suo profilo questo messaggio: “L’Associazione Pro Loco di Cisterna di Latina e i commercianti riuniti organizzatori dell’evento Notte Bianca si dissociano dalla lettera anonima che si sta diffondendo, in merito alla chiusura di quelle attività che non aderiscono alla manifestazione. Da parte nostra, tutti i commercianti hanno libertà di promuovere la loro attività in qualsiasi orario, anche durante l’evento in oggetto”.

Insomma, la situazione stava per sfuggire di mano a tutti fino a quando con un veloce giro di telefonate l’equivoco è stato chiarito:

“Si è trattato solo di un concetto espresso male – si sono sbrigati a precisare i commercianti organizzatori – volevamo semplicemente esortare tutti i colleghi ad aderire alla manifestazione ma, naturalmente, ognuno è libero di regolarsi come preferisce. A noi interessa solo togliere il commercio cisternese da questa situazione di stallo. Per farlo abbiamo deciso di movimentare il centro cittadino con un’iniziativa che non può far altro che il bene dei commercianti e di tutta la nostra città. Un tentativo che speriamo riesca in pieno e che comunque apre la strada ad una rinnovata collaborazione dei commercianti di Cisterna, finalmente uniti dopo tanti anni di divisioni”.

Insomma, tutto sembra sia stato chiarito. Ora non resta che mettere in piedi una Notte Bianca all’altezza delle aspettative. Qualche anticipazione sull’atteso evento: le piazze dove si terranno gli spettacoli saranno sei, Piazza XIX Marzo, Piazza Amedeo di Savoia, Piazza Cesare Battisti, Piazza Santi Pietro e Paolo, Largo Risorgimento e Largo Silvio Pellico. Sul palco grande di fronte Palazzo Caetani andrà in scena il saggio di una nota scuola di ballo di Cisterna, mentre nelle altre piazze suoneranno i gruppi locali. Per ora le band che hanno dato disponibilità sono: Bacco e Tabacco, Saimon e Vins, Listen and be quiet e Last adventure.

Nel corso dell’evento, che comincerà alle 19 e si chiederà poco dopo la mezzanotte, i negozi aderenti effettueranno eccezionali vendite promozionali.