A Gaeta il 1° Master italiano in “Politica ed Economia del Mare”

master mareA Gaeta il primo Master italiano sull’Economia del Mare e del Territorio. E’ questo l’importante risultato, non solo per la città di Gaeta ma per l’intero comprensorio del Golfo, raggiunto dall’Amministrazione Mitrano, grazie alla Convenzione per l’attivazione del Master di I livello in “Politica ed Economia del Mare e del Territorio: Acqua e Sue identità”, siglata con la LUISS (Libera Università Internazionale degli Studi Sociali) Guido Carli, e la Fondazione Bruno Visentini.

Per l’anno accademico 2014 – 2015, la LUISS, prestigiosa Università autonoma di Roma, che ha per fine primario l’elaborazione e la trasmissione delle conoscenze scientifiche, tecnologiche e umanistiche, la promozione della ricerca e la trasmissione dell’innovazione, si impegna a organizzare il Master del Mare insieme alla Fondazione Visentini per la ricerca giuridico economica sugli enti non profit e le imprese.


E’ messo tutto nero su bianco, nel documento firmato il 18 giugno scorso, nell’Aula Consiliare del Palazzo Municipale, dal sindaco Cosmo Mitrano per il Comune di Gaeta, da Luciano Monti, per il direttore generale della LUISS Giovanni Lo Storto, e dall’amministratore delegato della Fondazione Visentini Alessandro Petti. Presenti anche Pier Paolo Pontecorvo per Unindustria Regione Lazio – sede Prov. Latina, Maurizio Costa e Pasquale Cardillo Cupo che hanno collaborato al successo dell’iniziativa.

master mare 1“E’ un vero onore per la città di Gaeta – ha dichiarato il sindaco Mitrano – accogliere e promuovere un Master di rilevanza nazionale che nasce dal felice matrimonio del nostro Comune con la LUISS, in piena collaborazione con la Fondazione Visentini. Una novità assoluta, dunque, nel panorama italiano dell’alta formazione che proprio a Gaeta trova la sua location ideale. La nostra città è già sede dell’Autorità Portuale, ha destinato il Palazzo del vecchio Municipio all’Economia del Mare, si pregia di avere tra le sue scuole lo storico e prestigioso Istituto Nautico Caboto, e da oggi nella Caserma Cosenz ospiterà il Master del Mare, oltre alla Fondazione Caboto. Gaeta e tutto il territorio del Golfo prendono dal mare la loro linfa vitale. Tutte le attività economiche che ruotano intorno alla risorsa marina e al suo waterfront rappresentano grandi potenzialità per l’intero comprensorio che vanno utilizzate al meglio, con una programmazione efficace e competenze altamente qualificate. Di qui il nostro sì all’iniziativa, proposta dalla LUISS, attraverso l’intermediazione di Maurizio Costa e di Pasquale Cardillo Cupo, che ringrazio vivamente. Un grazie particolare alla Libera Università che ha raccolto questa sfida, svolgendo la sua attività per la prima volta extra moenia, offrendo una grande opportunità di elevata formazione e specializzazione ai giovani, non solo di Gaeta ma di tutto il Golfo”.

Per Luciano Monti, coordinatore accademico del Corso, presieduto da Carmela Decaro, il Master ha l’aspirazione di formare i partecipanti in Economia del Mare e del Territorio trasmettendo anche l’identità del Mare, come ben annuncia il titolo.

“Sarà un laboratorio per tutti – ha affermato Monti – per la nostra Università che per la prima volta opera fuori le mura e per il Comune che si fa promotore di alta formazione in questo ambito specifico, scelto sulla base di ricerche analitiche e approfonditi studi realizzati in sinergia con Unindustria. In particolare il progetto “Universo Latina” ha evidenziato le notevoli potenzialità del territorio del Basso Lazio nell’ambito della risorsa marina, sottolineando punti forti e deboli. La preparazione di manager in questo settore, grazie al trasferimento di know how specializzato che il corso garantisce, diventa quindi determinante ai fini dello sviluppo economico Un plauso al sindaco Mitrano da tutti gli attori del progetto per la sua azione politico – amministrativa molto attenta alle istanze del territorio e pronta a raccogliere i nuovi input che provengono da una società in rapida evoluzione”.

A Monti, poi, il compito di illustrare il Master che prevede ore in aula ed in laboratorio e permetterà ai partecipanti, dai 20 ai 25 laureati, di acquisire una formazione avanzata riguardo agli aspetti economici e alle politiche pubbliche relative al mare ed al territorio, con un focus su ambiti specifici quali portualità, cantieristica, diportistica, turismo, agroindustria e progettazione La LUISS fornirà competenze e contenuti attraverso la sua School of Government, organismo che ha l’obiettivo di formare i futuri leader di istituzioni legislative, amministrative e governative del sistema pubblico nazionale ed internazionale, garantendo loro gli strumenti teorici e pratici del buon governo attraverso attività didattiche post lauream ed iniziative di ricerca. In particolare la LUISS, nell’ambito delle attività di laboratorio dedicate alle singole materie del Master, coinvolgerà manager ed imprenditori di elevata professionalità e rappresentanti delle istituzioni locali.

La vasta esperienza pluriennale della Fondazione Visentini che persegue esclusivamente finalità scientifico – culturali di ricerca di sistema nei campi giuridico, economico e storico politico, in ambito sia nazionale sia europeo, rappresenterà un valore aggiunto per il Master del Mare.

Sottolineati in conferenza stampa anche i bacini di impiego verso i quali saranno indirizzati i corsisti. 10 le figure professionali da formare tra cui: manager del logistica integrata sostenibile, direttore di terminal portuali, manager del turismo responsabile e sostenibile, esperto in comunicazione del territorio.

Il Master si rivolge a tutti gli studenti interessati sia italiani che stranieri, ma vuole dare un chance in più ai giovani del Golfo ai quali sono riservate Borse di studio messe a disposizione da diversi sponsor che si ringraziano per la collaborazione. Il Comitato Scientifico che procederà alla selezione dei partecipanti sarà composto da docenti della LUISS. Prossimamente sarà pubblicato il bando per la partecipazione al Master, di cui si darà ampia comunicazione.