Dati dell’Arpa e della Polab all’incontro del Comitato “No Ant” di Minturno

Dati dell’Arpa e della Polab all’incontro del Comitato “No Ant” di Minturno

no antE’ tornato a parlare di un protocollo di intesa il comitato No Ant nell’ultima riunione che si è tenuta, come al solito presso il circolo Anziani di Scauri, ex Sieci. Un accordo che apre a tutti coloro che perseguono le medesime finalità del comitato. Una collaborazione tesa al raggiungimento di obiettivi condivisi.

Ma sono stati anche altri gli argomenti trattati nel corso dell’incontro, tra gli altri, i dati acquisiti dall’Arpa, la documentazione acquisita dal Comune di Minturno, i dati della Polab, lo stato dell’iter della domanda formulata all’amministrazione  comune per la fruizione di uno spazio dell’Arena Mallozzi, sul lungomare di Scauri.

Tra i presenti importante il supporto e l’apporto conoscitivo espositivo dell’avvocato Francesco Sparagna che ha illustrato i due contenziosi pendenti uno al Tar, l’altro davanti al Tribunale di Cassino. Sparagna ha ricordato, inoltre, ai presenti che l’istallazione di ogni antenna necessita di un progetto, con elaborazione dati sulla collocazione.

I rilievi tecnico dell’Arpa hanno documentato come i punti di maggior campo di elettromagnetismo sono nel centro del Comune di Minturno, in quanto zona più aperta e con maggiori triangolazioni con i vari supporti di trasmissione.

Tra i vari punti all’ordine del giorno si è parlato anche della Polab, società incaricata dal Comune, che nei prossimi giorni dovrebbe raggiungere la Casa comunale per parlare con l’assessore all’Ambiente Luca Salvatore. Un incontro al quale anche “No Ant” intende presenziare per avere aggiornamenti e ragguagli sull’operato e per l’acquisizione di documenti. La Polab ha ribadito in più occasione che l’obiettivo al quale bisogna tendere è la redazione del Piano Antenne che va realizzato con il coinvolgimento delle compagnie telefoniche per evitare di fare un lavoro a vuoto.

il Comitato No Ant ha appurato che il Comune non ha mai, fino ad oggi, richiesto all’Arpa (che lavora ed opera a titolo gratuito) o ad altra società competente, una vigilanza sui dati elettromagnetici circa i progetti e i dati reali  di ogni impianto esistente sul territorio comunale, anche se esso fosse in una proprietà privata, ma che serva da triangolazione con gli altri impianti atti a creare una rete di comunicazione e scambio dati. Altra notizia della quale è venuto a conoscenza il comitato è relativa all’antenna posta nell’area ex Sieci, si tratta di territorio di proprietà comunale, per cui gli introiti della stessa vanno a finire nel bilancio comunale, ma non si sa bene che utilizzo abbiano queste cifre. Il Comitato si premurerà di  far  luce anche su questa situazione.

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social