Monte San Biagio, rogo al chiosco del cimitero: gli arrestati verso il Riesame

*Il chiosco bruciato*
*Il chiosco bruciato*

In attesa degli interrogatori di garanzia, che verranno fissati a breve, i legali dei due uomini arrestati a Monte San Biagio per il rogo doloso dello scorso novembre, ai danni del chiosco di fiori del cimitero, si muovono.

Martedì mattina l’avvocato Francesco Di Ciollo, che tutela gli interessi del 47enne Biagio Rizzi, considerato il mandante dell’intimidazione, ha presentato istanza di scarcerazione al Riesame per mancanza di indizi.


Medesima istanza verrà presentata a stretto giro di posta dall’avvocato Guglielmo Raso, legale del 39enne Alberto Frattarelli, per i carabinieri esecutore materiale dell’incendio.

***ARTICOLO CORRELATO*** (Monte San Biagio, incendio al chiosco fiori del cimitero: arrestati gli autori – 31 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Monte San Biagio, fiamme dolose al chiosco di fronte al cimitero – 20 novembre 2013 -)