Sabaudia, pista ciclabile lato vip: un progetto da 6 mln di euro

Sabaudia, pista ciclabile lato vip: un progetto da 6 mln di euro
Uno degli accessi al mare a Sabaudia

Uno degli accessi al mare
a Sabaudia

Ogni giorno che passa, prende sempre più forma il progetto della pista ciclabile che di fatto andrà a limitare il traffico nel tratto di strada che va dall’hotel Le Dune a Torre Paola. Il sindaco di Sabaudia, Maurizio Lucci aveva preannunciato che già dalla prossima estate ed in via sperimentale, questo tratto sarà interdetto alle auto, fatta eccezione che per residenti e visitatori. Un lungomare con meno auto, navette elettriche e parcheggi scambio è un progetto condiviso da molti cittadini ma quello che convince poco è la scelta del tratto.

Prima domanda, banale, scontata ma logica: perchè chiudere al traffico il tratto di lungomare dove ci sono meno accessi per scendere in spiaggia e dove tra l’altro, anche facendo il percorso in bici, il mare si vede poco per via delle ville? Certo, da Mezzomonte a Torre Paola c’è in questo modo contiguità ma la fruibilità è inferiore rispetto all’altro tratto di lungomare che porta alla bufalara.

Comunque, il progetto di questa pista ciclabile sta particolarmente a cuore all’amministrazione comunale visto che il progetto Mezzomonte-Torre Paola- Ponte Giovanni XXIII costerebbe come indicato nel piano triennale delle opere pubbliche passato con deliberazione di giunta l’11 marzo 2014, 6 milioni di euro tondi tondi, rispetto a lavori che dovrebbero partire nel 2015. Inutile sottolineare che la realizzazione della pista ciclabile è indispensabile per l’interdizione parziale delle auto sul lungomare.

Lavori in corso sul  lungomare di Sabaudia

Lavori in corso sul
lungomare di Sabaudia

Questo progetto, piace talmente tanto che anche il comune di San Felice Circeo con una deliberazione di giunta, nel mese di aprile scorso ha deciso di associarsi al progetto di Sabaudia, facendo riferimento ad una deliberazione di giunta dello stesso comune di Sabaudia, la numero 64 del 22/11/2013 con cui veniva approvato uno studio di fattibilità per la realizzazione di un itinerario pedo-ciclabile in località Molella/Mezzomonte/Torre Paola/Lungomare. Progetti da una parte, rattoppi dall’altra almeno fino ad oggi.

Si lavora infatti sul tratto di lungomare che va verso la bufalara in parte ancora transennato per i cedimenti della carreggiata, anche in questo senso forse servirebbe uno studio approfondito per cercare soluzioni che durino. La passerella in legno che costeggia alcuni tratti di strada è dissestata in più punti, in altri è quasi frantumata.

Sulla pista ciclabile che comprenderà anche la zona vip il comune ci comunque ha deciso di investirci dato che nel piano triennale delle opere pubbliche è l’opera che costerà di più. Ce poi un ampliamento del cimitero comunale per oltre 5milioni di euro, un altro tratto di pista ciclabile in centro per un milione di euro e due milioni euro per il recupero di Ponte Giovanni XXIII.

Nel frattempo sul web la polemica per la possibile chiusura del lungomare lato Torre Paola continua e c’è già chi parla di una seconda ‘strada interrotta’. Le navette comunque sono previste, come i parcheggi di scambio ed il progetto per ora è solo sulla carta, fermo restando che le piste ciclabili realizzate su tratti strategici e di pubblica utilità sono sempre una risorsa per le città.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]