Colto da infarto mentre fa benzina, 40enne salvato grazie alla Rete

Colto da infarto mentre fa benzina, 40enne salvato grazie alla Rete
L'ospedale Santa Maria Goretti di Latina

L’ospedale Santa Maria Goretti di Latina

La Rete dell’infarto di Latina si conferma uno dei fiori all’occhiello della sanità provinciale. La dimostrazione pratica di questa affermazione è arrivata ieri pomeriggio, quando grazie a un intervento rapido e organizzato un quarantenne è stato salvato.

Intorno alle 16 di ieri, l’uomo ha accusato un improvviso malore mentre stava facendo rifornimento in un distributore Agip di via Isonzo. Il quarantenne si accascia a terra e alcune persone presenti chiamano il 118. L’operatore Nacchia, della centrale Ares 118 di Latina, dalla descrizione fornita dai richiedenti intuisce la particolare gravità della situazione e allerta il mezzo più vicino al luogo dell’evento.

Pochi minuti dopo l’ambulanza è sul posto e l’infermiera Sannino si rende conto che il paziente è stato colto da un infarto. Immediatamente viene allertato il reparto di Emodinamica di Latina e viene attivato il protocollo operativo previsto dalla Rete infarto. L’elettrocardiogramma viene trasmesso elettronicamente in Emodinamica per la conferma della diagnosi.

Il paziente bypassa il Pronto soccorso per essere trasferito direttamente in Emodinamica dove viene sottoposto ad un rapido intervento che consente di salvargli la vita. Una storia di ordinaria buona sanità che, come accaduto in passato, è stata resa possibile grazie alla nascita della Rete dell’infarto miocardico acuto: un’eccellenza pontina che altre Asl italiane invidiano.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social