A Fondi i “Cammini francigeni”. L’iniziativa per promuovere arte, enogastronomia e tradizione del basso Lazio

via francigenaSi terrà dal 17 al 25 maggio prossimi a Fondi la manifestazione “Cammini Francigeni” organizzata dall’associazione musicale “Ferruccio Busoni” per conto della XXII Comunità Montana degli Aurunci ed Ausoni.

L’iniziativa, fortemente voluta dal presidente della Comunità Montana Marco Carnevale, gode del patrocinio di tutti i comuni che compongono la Comunità Montana: Campodimele, Fondi, Lenola, Monte San Biagio, Sperlonga e Terracina.


“Cammini francigeni” nasce per promuovere l’arte, l’enogastronomia e la tradizione del basso Lazio. La valorizzazione di questo itinerario rappresenta infatti la volontà di favorire la riscoperta di un percorso che coniuga storia, religiosità e ambiente in cui il viandante si trova ad ammirare e confrontarsi con un insieme di elementi che nei secoli hanno contribuito a forgiare la base culturale, artistica, economica e politica dell’Europa moderna, come attesta il riconoscimento che lo stesso Consiglio d’Europa ha attribuito a tutte le vie Francigene.

Questo itinerario, con i suoi monumenti, tesori d’arte e santuari, ospizi, abbazie, oratori, dove i pellegrini potevano trovare ristoro alle fatiche del viaggio, fece sì che queste strade, oltre alla funzione di comunicazione tra il Regno Pontificio e il Regno di Napoli, ne acquisissero un’altra meno percettibile ma forse più importante: costituire un eccezionale passaggio di segni, emblemi, culture e linguaggi dell’Occidente cristiano, favorendo il contatto e la comunicazione delle diverse culture europee, influenzandone profondamente anche i luoghi.

La promozione e il recupero di questo percorso può dunque contribuire a restituire a questi percorsi la loro originaria funzione di scambio culturale con un’attualizzazione di un tale itinerario del passato, interpretandolo come tramite di passaggio di altri segni, culture e linguaggi estranei alla nostra mentalità occidentale. Ad esempio attraverso il confronto con l’ebraismo – considerata la presenza a Fondi del quartiere che fu abitato dalla fiorente comunità ebraica locale – o con i “nuovi pellegrini della speranza” africani, asiatici che popolano le nostre strade alla ricerca di un lavoro e di una vita migliore.

Inoltre chi volesse percorrere ancora oggi queste strade può ritrovare un mondo più “umano” fatto di convivialità e socialità, solitudine e silenzio, fatica e riposo, natura e storia, bellezza e interiorità, avendo la preziosa opportunità di riscoprire se stessi e le proprie radici ai più, forse,
sconosciute.

La manifestazione – dopo l’anteprima dell’11 Maggio scorso – sarà inaugurata Sabato 17 alle ore 17,00 presso la sala conferenze di Palazzo Caetani con il convegno “Cammini Francigeni: il
turismo religioso e l’economia locale”. Nell’occasione verrà anche presentato il sito web realizzato appositamente per l’iniziativa.

Il cartellone della manifestazione, decisamente variegato, vedrà realizzarsi eventi musicali di tutti i generi – concerti classici, jazz e di musica popolare – con la collaborazione dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, rappresentata dai cameristi del corso di Musica da camera con il Maestro Carlo Fabiano.

Da segnalare la presenza del pianista Simone Sala che, seppur molto giovane, rappresenta una delle migliori realtà nel panorama musicale italiano e presenterà il suo nuovo album “Notes”.

Nei giorni 17 e 18 Maggio piazza Matteotti si animerà con un gustosissimo percorso enogastronomico, articolato in un pasto completo con i prodotti tipici dei 6 Comuni che compongono la XXII Comunità Montana. Il ticket per la consumazione è di soli 6 Euro.

Il programma si concluderà Domenica 25 Maggio con un doveroso omaggio a Giovanni Paolo II,
che vedrà eseguite musiche di compositori polacchi ad opera di Marta Magdalena Lelek (violino) e Mauricio Andres Silva (pianoforte).

L’ingresso ai concerti è gratuito.