Cisterna, rassegna sportiva a San Valentino nel ricordo di Ramadù

Massimiliano Ramadù
Massimiliano Ramadù, giovane militare cisternese rimasto vittima di un attentato in Afghanistan

Comincerà domani la tre giorni di eventi sportivi organizzata dall’associazione “Le Quattro Vele”.

Fino a domenica, presso il parco di San Valentino, si susseguiranno numerosi eventi sportivi (calcetto, zumba, fitness e ginnastica ritmica, arti marizali miste).


Non solo sport, ma anche musica e divertimento. Si inizia venerdì con la musica dal vivo “Alessandro Band”, sabato si esibirà la “Juri Band” e a seguire la scuola di ballo “Revolution Dance”, mentre sabato spazio alla musica e al ballo con i “Maracaibo” e la scuola di ballo “Club Happy Dance”.

Domenica inoltre l’appuntamento è con l’esposizione canica.

La manifestazione, organizzata da “Le Quattro Vele” insieme a diversi associazioni di volontariato di Cisterna e Latina (tra cui la Croce Rossa), chiuderà con la santa messa che verrà celebrata domenica alle 18 dal parroco della chiesa San Valentino, don Livio Fabiani.

Un evento per ricordare il sergente Massimiliano Ramadù, rimasto vittima dell’attentato di in Afghanistan nel maggio del 2010.

“Una scaletta di intrattenimenti – riferiscono Giancaluca Pinna e Andrea Freguglia tra gli organizzatore della kermesse – per sensibilizzare le discipline sportive nella nostra città. Crediamo che lo sport porti con sé un duplice intervento, il primo  quello di misurarsi ogni giorno con sé stessi, e il secondo, quello più importante, di porsi una meta e raggiungerla con ogni sforzo. Sono almeno questi due i propositi che il nostro concittadino Massimiliano ha portato con sé fino a Bala Murghab e oggi, a noi, il compito di mantenere vivo il ricordo e lo spirito che lo caratterizzava”.