Scandalo PFU zero a Ponza, la verità della Pro Loco: parla il presidente Aprea

Scandalo PFU zero a Ponza, la verità della Pro Loco: parla il presidente Aprea
*Emilio Aprea*

*Emilio Aprea*

Riceviamo dal presidente della Pro Loco di Ponza dopo la manifestazione PFU zero a Ponza e volentieri pubblichiamo.

“La Pro Loco di Ponza ha supportato logisticamente la manifestazione organizzata da Marevivo. Sin dal primo momento ha dato la massima disponibilità all’associazione per aiutarli sull’isola. Tra le tante cose che bisognava fare c’era quella di recuperare pneumatici a terra per smaltirli con il consorzio Ecotyre. Sono stati recuperati a terra, da un mese a questa parte, circa 40 pneumatici per tutta l’isola per poi smaltirli il giorno della manifestazione al Molo Musco.

Nella giornata precedente l’8 maggio, con Marevivo, ci siamo accorti che i copertoni accatastati dalle persone di Ponza non c’erano più. Insieme a Marevivo abbiamo fatto le dovute ricerche e abbiamo scoperto che la ditta per lo smaltimento degli ingombranti aveva ritirato buona parte dei pneumatici recuperati con tanti sforzi e portati verso Formia allo smaltimento. A questo punto, in buona fede, io personalmente senza informare gli altri membri del Cda, e in accordo con Marevivo, abbiamo pensato di far ritornare sull’isola lo stesso numero di penumatici chiamando un gommista e un trasportatore che avrebbe provveduto a riportarli sull’isola senza un aggravio di spese per le casse della Pro Loco.

Voglio assolutamente smentire tutte le dicerie sull’arrivo massivo di pneumatici da Formia per far bella figura con “qualcuno” oppure di infangare l’immagine di Ponza. Ci tengo a ripetere che non è stato aumentato il numero di gomme riportate sull’isola. Il numero di pneumatici smaltiti è stato intorno alle 115/120 unità, più della metà (circa 75) sono stati raccolti nel porto dai subacquei pieni di incrostazioni dovute alla lunga permanenza in mare come si evince dalle innumerevoli foto.

A tale proposito voglio ribadire che la Pro Loco di Ponza è impegnata sin da sempre nelle campagne per salvaguardare l’ambiente dell’isola oltre a mantenerla il più possibile pulita, basti pensare al progetto “un volontario per amico” e a tante altre attività per la pulizia delle spiagge e per la pulizia dei sentieri.

Nel caso il comportamento, totalmente in buona fede, abbia toccato la suscetibilità dei soci della Pro Loco e dei cittadini tutti, porgo le mie personali scuse e ribadisco il mio impegno e di tutta l’associazione nel continuare il lavoro per la tutela dell’ambiente e dell’immagine dell’isola”.

***ARTICOLO CORRELATO*** (Scandalo PFU zero a Ponza, Vigorelli: “Stop alla collaborazione con Marevivo, la Pro Loco si scusi” – 10 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (PFU zero a Ponza si trasforma in una figuraccia con il Ministro dell’Ambiente – 9 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Ponza ripulita dagli pneumatici abbandonati con MareVivo ed EcoTyre – 8 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – PFU zero l’8 maggio a Ponza con il ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti – 1 maggio -)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social