La denuncia di un minore rom: “Pestato dai poliziotti”. Indaga la Procura

La denuncia di un minore rom: “Pestato dai poliziotti”. Indaga la Procura
*Questura di Latina*

*Questura di Latina*

La Questura di Latina e la Procura hanno aperto rispettivamente una indagine interna e un fascicolo sulla base della denuncia di un rom diciassettenne, e di un referto medico di pronto soccorso, che ha affermato di aver subito un pestaggio da un gruppo di italiani e da alcuni agenti di polizia.

I fatti sono accaduti nella notte tra il 24 e il 25 aprile nella piazzetta di Borgo Bainsizza, zona che ospita il centro di accoglienza Al Karama. Secondo il racconto del giovane rom, lui insieme a tre amici – tutti minori, residenti nel campo di Al Karama e nessuno munito di patente – stava tornando a casa da una festa quando un guasto all’auto li ha costretti a fermarsi davanti ad un bar.

In quel momento sono stati visti da un gruppo di giovani di Borgo Bainsizza (a causa dei numerosi furti subiti spesso i residenti effettuano delle ronde di controllo), circa venti persone tra uomini e donne, che li avrebbero scambiati per ladri e costretti ad inginocchiarsi. Dalle minacce sarebbero passati rapidamente ai fatti con un vero e proprio pestaggio andato avanti nonostante l’arrivo di alcuni agenti della Volante che – secondo la denuncia del minorenne – avrebbero addirittura partecipato alle violenze (uno degli agenti risiederebbe nella zona).

Infine gli sarebbe stato detto di andar via ma senza riconsegnarli inizialmente le chiavi dell’auto, tenute da un agente che poi le avrebbe buttate in un fossato. Ai quattro minorenni sarebbe stato suggerito di spingere l’auto ma poi vedendo nuovamente crescere intorno a loro l’ostilità delle persone presenti, sarebbero scappati a piedi. Ritornando all’auto il giorno dopo ma trovandola bruciata.

La versione fornita sia dagli agenti che dai residenti è completamente diversa, ma la Questura di Latina ha comunque avviato un’indagine interna trasmettendo gli atti alla Procura di Latina. Saranno le due inchieste a fare chiarezza su una vicenda che, se corrispondente con la versione fornita dal minorenne che si è presentato in Questura per denunciare, sarebbe evidentemente molto grave.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social