Serie B, passo falso per il Latina: i nerazzurri impattano contro la Juve Stabia

Serie B, passo falso per il Latina: i nerazzurri impattano contro la Juve Stabia

latinastabia9

Un brutto Latina getta alle ortiche due punti e vede scappare via l’Empoli, vittorioso a Brescia ed ora a +4 sul terzo posto. A Castellammare di Stabia termina con un pareggio che non serve a nessuno e fa precipitare i pontini nel mucchio delle squadre che si contenderanno, fino all’ultimo, un piazzamento playoff.

Costretto a fare a meno degli squalificati Viviani edAlhassan e dell’infortunato Crimi, Breda rilancia dal primo minuto due protagonisti della passata stagione come Gerbo Bruscagin. Seconda consecutiva dall’inizio per Morrone, che non partiva titolare per due volte di fila dalle trasferte di Varese ed Avellino di inizio girone di ritorno. Tra le fila della Juve Stabia, esordio dal primo minuto per il centrocampista della Primavera, D’Ancora, che meno di un mese fa aveva siglato il suo unico gol stagionale nella vittoria delle vespe sul Latina di Ghirotto.

LATINA SENZA IDEE – Tutte le difficoltà preconizzate da Breda, alla vigilia del match, si materializzano in un primo tempo che i nerazzurri giocano sottotono, contro un avversario tutt’altro che irresistibile. Privo del fosforo di Viviani, il Latina si affida soltanto ai lanci lunghi dalle retrovie ed alle invenzioni di Jonathas, l’unico a tentare di accendere la luce nel grigiore complessivo. L’innocua conclusione dai trenta metri di Caserta, dopo cinque minuti, è il primo campanello di allarme che Bruno prova a spegnere con una botta dal limite deviata in angolo da Viotti. È l’unica parata in quarantacinque minuti per il portiere stabiese, vero e proprio spettatore non pagante nella prima frazione di gioco. Neppure Iacobucci si sporca mai i guanti ma al primo affondo delle vespe, l’estremo difensore abruzzese è costretto a raccogliere il pallone in fondo al sacco: Caserta, al 14′, premia l’inserimento di Zampano che dal fondo serve l’accorrente Doukara, lesto ad anticipare Esposito in scivolata e realizzare il quarto gol stagionale. La reazione della squadra di Breda non c’è ed il tecnico trevigiano decide di correre subito ai ripari, spedendo in campo Jefferson al posto di Gerbo dopo appena ventisei minuti di gioco. Il Latina alza leggermente il baricentro, Jonathas ci prova con un diagonale di destro chiuso in angolo da Di Nunzio ma il gioco latita e la Juve Stabia chiude inaspettatamente in vantaggio.

PAREGGIO JONATHAS – L’avvio di ripresa non si discosta troppo dalla falsariga del primo tempo e la Juve Stabia si rende pericolosa con il neo entrato Di Nardo, prima di testa e poi con il destro sul servizio dell’indemoniato Doukara. Al quarto d’ora entrano in campo contemporaneamente Cisotti e Laribi al posto di Morrone e Paolucci e la scossa sembra produrre almeno quella reazione auspicata da Breda. Jefferson sfiora il pareggio con una spettacolare rovesciata dal cuore dell’area, poi è ancora il brasiliano a sfiorare il pareggio, dopo un’azione tutta di prima col connazionale Jonathas. I padroni di casa arretrano e gli ultimi venti minuti si giocano ad una sola porta. Al 33′ il forcing nerazzurro produce il pareggio: Bruno crossa dalla trequarti, Jonathas prende il tempo a Di Nunzio e schiaccia in rete, di testa da pochi passi, realizzando il quattordicesimo gol stagionale. Nel finale succede di tutto, Jonathas sfiora il sorpasso poco prima del novantesimo, Doukara, in contropiede, spaventa Iacobucci e Jefferson, all’ultimo secondo, sfiora il colpaccio con una conclusione acrobatica che termina alta. Il Latina interrompe la striscia negativa al “Menti” ma stavolta è un punto amarissimo.

JUVE STABIA-LATINA 1-1
Juve Stabia (4-2-3-1): Viotti; Ghiringhelli (38′st Giandonato), Zampano, Di Nunzio, Mezavilla, Liviero; De Falco, D’Ancora (1′st Di Nardo); Suciu (26′st Ciancio), Caserta, Zampano; Doukara. A disp.: Capuano, Piccioni, Montini, Baraye, Parigini, Cardore. All. Braglia
Latina (3-5-2): Iacobucci; Milani, Cottafava, Esposito; Ristovski, Gerbo (26′pt Jefferson), Bruno, Morrone (14′st Laribi), Bruscagin; Paolucci (14′st Cisotti), Jonathas. A disp.: Tozzo, Fabio Nunes, Brosco, Ricciardi, Ghezzal, Figliomeni. All. Breda
Arbitro: Roca di Foggia. Assistenti: Paiusco – Santoro. IV° Uomo: Greco
Marcatori: 14′ Doukara, 78′ Jonathas
Note – Ammoniti: D’Ancora, Bruno, Laribi, Jonathas, Ghiringhelli, Doukara, Cottafava ; Angoli: 3-11; Recupero: 1′pt, 4′st

TuttoLatina.com

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
.uffa { text-align: center; } .inner { display:inline-block; }