Gaeta, acquistata l’Italcraft per 3 milioni. Il tribunale accoglie l’offerta di una cordata

*Italcraft*
*Italcraft*

Gli storici cantieri navali Italcraft di Gaeta, ormai in disuso a seguito del fallimento decretato dal tribunale di Latina nel giugno scorso, a distanza di circa una anno sono stati riacquistati da una nuova prioprità. Infatti la sezione fallimentare del Tribunale di Latina ha ritenuto valida e convincente la proposta di acquisizione di una cordata di imprenditori, tra cui immobiliaristi, e tra i quali secondo indiscrezioni potrebbe esserci proprio l’ex proprietario Gianfranco Rizzardi.

Così dopo la prima asta andata deserta qualche settimana fa, il prezzo è sceso, ed è arrivata l’offerta che dovrebbe aggirarsi attorno ai 3 milioni di euro, più circa un milione per gli oneri di messa in sicurezza del sito su proprietà demaniale. “Nuova Italcraft”, questo il nome della subentrante società, entro la settimana prossima dovrebbe concludere il passaggio con le incombenze burocratiche.


Secondo le prime indiscrezioni dei 46 dipendenti rimasti senza lavoro, oggi diventati 38 per pensionamento, ci potrebbe essere una prima tranche di riassunzioni immediate nell’ordine di circa 15 unità, per poi proseguire successivamente con i restanti che vantano in ogni caso una priorità acquisita sui nuovi piani di assunzione.