San Felice, dipendenti in esubero: verso lo scontro in Tribunale

San Felice, dipendenti in esubero: verso lo scontro in Tribunale

san felice circeo accesso piazza comuneLavoratori in esubero: e’ scontro frontale tra il Comune di San Felice Circeo e le organizzazioni sindacali. L’Ente si è fatti costituito in giudizio davanti al Tribunale di Latina – Sezione Lavoro contro il ricorso presentato dalla CGIL FP Latina e dalla UIL FPL Latina nelle persone dei rispettivi segretari provinciali Cristina Compagno e Giancarlo Ferrara in cui sostanzialmente si ipotizza la condotta antisindacale del Comune rispetto ai dipendenti in esubero, 29 unità verso il licenziamento. L’incarico, per una spesa complessiva di poco più di 7mila eur, è stato assegnato all’avvocato Tonelli.

Il Comune quindi va avanti per la sua strada, l’unica percorribile secondo la giunta Petrucci, la più impervia invece per i sindacati comunque è chiaro che lo scontro, almeno nelle aule di tribunale sia appena iniziato. Anche per il fatto che i ricorsi presentati da Cgil e Uil sono due. Oltre a quello per presunta condotta antisindacale ce n’è un altro incui  si chiede  l’annullamento della delibera di giunta del 17 gennaio, quella  con cui  è stato approvato il “nuovo modello organizzatorio dell’Ente” che prevede cinque settori: amministrazione generale e servizi alla persona, tecnico contabile e Siic, Urbanistica Edilizia, Tutela Ambientale e del Patrimonio, Lavori pubblici e servizio tecnologico, polizia locale, Suap e demanio marittimo. Anche per questo sarebbe imminente la costituzione in giudizio dell’Ente.

Ricorsi su ricorsi quindi compresi quelli del personale anche se questa volta il contenzioso si sposta davanti al Tribunale amministrativo. Quattro dipendenti comunali del Settore Polizia Locale, hanno infatti presentato ricorso contro il Comune di San Felice Circeo ed altri sei colleghi  “per la declaratoria di nullità e/o annullamento, previa istanza cautelare, della deliberazione di Giunta Comunale nn. 9, 10, 11 e 15 del 17/01/2014 – compreso quindi il nuovo modello organizzatorio dell’Ente –  di tutti gli atti successivi e dell’atto di approvazione provvisoria graduatoria dipendenti in esubero n. 114 del registro Generale del 10/03/2014 e di tutti gli atti presupposti e successivi”. L’incarico assegnato per la difesa del Comune –  in questo caso è di circa 4mila euro. Più fronti si aprono quindi per l’Ente contenziosi che a scatole cinesi diventano sempre più numerosi e che riguardano più livelli, dipendenti contro Comune e dipendenti contro dipendenti.

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social