Ponza, amplia la grotta e ne fa un magazzino. Il Tar ordina la demolizione

Ponza, amplia la grotta e ne fa un magazzino. Il Tar ordina la demolizione
*foto http://www.ponzaleforna.com/montecoreponza.htm*l

*Monte Core (foto http://www.ponzaleforna.com/montecoreponza.htm)*

Aveva ampliato una grotta in località Monte Core, a Ponza, per farne un magazzino. La sezione staccata di Latina del Tar del Lazio ha respinto il ricorso della proprietaria contro la decisione del Comune di demolire le opere abusive. Il tribunale amministrativo ha confutato tutte le motivazioni presentate dalla proprietaria del terreno sul quale insiste la grotta, ritenendo valide le motivazioni del Comune di Ponza.

In particolare la ricorrente aveva dichiarato che la cavità, chiusa con una porta, sarebbe sempre esistita e che veniva menzionata anche nell’atto di compravendita del terreno. Aveva poi chiarito come i lavori da lei eseguiti altro non fossero che una tinteggiatura a calce della caverna.

*Il Tar di Latina*

*Il Tar di Latina*

Vicino alla grotta però era stato trovato un accumulo di materiale roccioso uguale a quello della cavità e il tecnico comunale e il maresciallo dei Vigili del Fuoco avevano rilevato la presenza di recenti tagli di roccia di altezza media di due metri e 40 centimetri.

Per questo il Tar ha respinto il ricorso di Paola Siliotti, difesa dagli avvocati Leonardo Gnisci e Pierluigi Angeloni, e ordinato che la sentenza venga eseguita dall’autorità amministrativa.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social