Fondi, rendiconto finanziario 2013 approvato con 18 voti favorevoli

Fondi, rendiconto finanziario 2013 approvato con 18 voti favorevoli
*Il Comune di Fondi*

*Il Comune di Fondi*

Si è svolta nella giornata di ieri, martedì 8 aprile, la Seduta Pubblica Straordinaria del Consiglio comunale, che al primo punto all’ordine del giorno ha visto l’approvazione dei verbali della seduta precedente.

Di seguito l’assessore al Bilancio Vincenzo Capasso ha illustrato il rendiconto dell’esercizio finanziario 2013. Il primo dato emerso è che le variazioni apportate nei mesi scorsi dal Consiglio comunale al Bilancio di previsione, approvato nel mese di luglio del 2013, hanno visto incrementare le risorse disponibili – sia per la parte relativa agli investimenti che per quella delle entrate correnti – di oltre 1.500.000 euro a testimonianza dell’efficace lavoro messo in campo da tutti gli assessorati per recuperare significative risorse a beneficio della collettività.

*Vincenzo Capasso*

*Vincenzo Capasso*

Nella sua relazione l’assessore Capasso ha messo in risalto gli aspetti che hanno caratterizzato e condizionato l’esercizio 2013, imputabili totalmente alle discordanze e ai ritardi del Governo centrale nella definizione e approvazione di provvedimenti legislativi in merito ai trasferimenti erariali, all’entrata in vigore della TARES, allo “stressante valzer sull’IMU sull’abitazione principale che ha visto un susseguirsi di norme” a dir poco contraddittorie.

Tutto ciò ha determinato un contesto di diffusa incertezza rispetto al quale l’Amministrazione comunale di Fondi ha agito con necessaria prudenza nella previsione del proprio bilancio: “Così facendo, come in passato, anche questa volta i risultati ci hanno dato ragione. Con un’attenta gestione delle risorse e un costante contenimento della spesa abbiamo potuto e soprattutto voluto assicurare tutti i servizi che da sempre il Comune di Fondi offre ai propri cittadini, non sottraendo mai risorse al sostegno delle famiglie disagiate, degli anziani e delle persone in difficoltà, alla scuola, mantenendo quegli standard qualitativi che i cittadini richiedono ai loro amministratori, oltre a diminuire i costi connessi al funzionamento della macchina amministrativa”.

Capasso ha infine ringraziato per il lavoro svolto la Giunta Municipale, tutta la Ripartizione finanziaria, i Dirigenti comunali, la Commissione consiliare Bilancio presieduta dal consigliere Antonio Scalingi ed infine l’Organo di Revisione.

*Salvatore De Meo*

*Salvatore De Meo*

Ad alcuni rilievi posti successivamente dal consigliere Bruno Fiore hanno dato riscontro sia l’assessore Capasso che il sindaco Salvatore De Meo, i quali hanno precisato che trattasi di un rendiconto frutto di un lavoro articolato, certificato e validato dalla struttura finanziaria e dai revisori, ai quali anche il Sindaco ha voluto indirizzare il proprio ringraziamento “per la puntuale attività e l’alta professionalità. Il loro lavoro rappresenta il miglior supporto che un’Amministrazione possa avere”.

De Meo ha poi precisato che il problema dei residui attivi è comune a tutte le Amministrazioni pubbliche e che “l’avvio nel 2015 del processo di armonizzazione dei sistemi contabili della Pubblica Amministrazione, che si prefigge l’obiettivo di uniformare i diversi sistemi presenti nel settore pubblico in modo da assicurare il consolidamento e la trasparenza dei conti pubblici secondo quanto disposto dalle direttive dell’Unione Europea, renderà ancora più complesso il lavoro degli Uffici perché stravolgerà il modo di contabilizzare i bilanci”.

Il Sindaco ha successivamente fatto rilevare ciò che già negli anni scorsi è stato precisato in merito al Piano triennale delle Opere Pubbliche, che necessita l’inserimento di molteplici voci per le quali l’Amministrazione si prodiga nel reperimento di risorse sovracomunali ai fini dell’attuazione degli interventi, “la stragrande maggioranza dei quali non si è potuta realizzare solo per la mancata erogazione di finanziamenti da parte degli Enti sovracomunali. Ma nonostante tutto abbiamo portato a termine interventi per importi rilevanti, complessivamente superiori ai 2 milioni e mezzo di euro”.

*Bruno Fiore*

*Bruno Fiore*

Per quanto riguarda i servizi a domanda individuale, in merito ai quali il consigliere Fiore aveva fatto rilevare il mancato raggiungimento del 36% degli incassi, l’assessore Capasso ha precisato che “tale tasso di copertura stabilito per legge interessa solo i Comuni che si trovano in condizione di dissesto finanziario o deficit strutturale e che, non trovandosi nelle condizioni di criticità menzionate, il Comune di Fondi non aveva tale obbligo”.

Nel suo intervento il Sindaco ha voluto evidenziare in merito agli impianti sportivi – “strutture che consentono quotidianamente la pratica sportiva a migliaia di ragazzi e non solo, oltre che agli alunni delle scuole comunali” – le finalità prevalentemente sociali concernenti al loro utilizzo, prefiggendosi l’Amministrazione il miglioramento della diffusione della pratica sportiva tra la popolazione, con conseguenti benefici effetti sia sul piano sociale che su quello della salute pubblica.

A seguito del quesito posto dal consigliere Fiore concernente le società partecipate il Sindaco ha fatto risaltare il contesto ancora indefinito riguardante le annunciate ripubblicizzazioni, come quella del servizio idrico, da parte della Regione Lazio. Le ripercussioni normative degli ultimi anni, intervenute anche in materia di società partecipate dai Comuni, e i conseguenti interventi giurisprudenziali hanno contribuito a determinare una situazione transitoria e non ancora risolta che ha creato non poche criticità e incertezze. Ovviamente il Comune di Fondi, così come gli altri Comuni, si adeguerà quando il quadro complessivo troverà una piena definizione.

L'esponente di minoranza Vincenzo Trani

L’esponente di minoranza Vincenzo Trani

Il rendiconto dell’esercizio finanziario 2013 è stato poi sottoposto alla votazione dell’assise, con il seguente esito: 18 voti favorevoli, 6 contrari e l’astensione del consigliere di minoranza Vincenzo Trani.

Il Consiglio comunale si è concluso con l’ultimo punto all’odg concernente l’alienazione di terreni gravati da uso civico. Dopo l’introduzione del presidente della Commissione Urbanistica e Usi civici Giulio Cesare di Manno, l’assise ha approvato le alienazioni corrispondenti alle seguenti ditte: Grassi Massimo, Biasillo Pasquale, Manzillo Alba, Manzillo Liliana, Ranelli Maria Teresa.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]