Frode online con le carte prepagate, centinaia le vittime. Anche in provincia di Latina

Frode online con le carte prepagate, centinaia le vittime. Anche in provincia di Latina

mister-credit-cyber-crimine-cyber-criminali-furto-didentitc3a0-frode-creditizia-gcsecx-sicurnet-identikit-identitc3a0-digitale-privacy-furto-mail-crimine-informatico-internet-truffe-onlineLa prenotazione di un albergo, uno strano ammanco sulla carta prepagata, ed ecco la scoperta di esser stato – l’ennesimo – truffato da quella che pare una società fantasma, per una frode telematica che da qualche mese a questa parte sta mietendo vittime a destra e a manca, nella penisola ed anche oltre.

Sempre la stessa, la storia: si effettuano transazioni online, per poi ritrovarsi con la scheda ‘ripulita’. Sempre la stessa pure la società che puntualmente risulta – non si sa come – aver riscosso l’accredito, la ‘Microgame srl’, con sede a Benevento e che, sulla carta, si occupa di ‘internet e servizi’.

ricarica-postepayLa truffa sbarca nell’Agro Pontino – A finire nella rete, nei giorni scorsi, anche un ragazzo di Fondi: utilizzando la propria postepay, aveva prenotato un soggiorno in una struttura ricettiva tramite booking.com.

“Dovevo inserire i dati della carta, ma solo come garanzia”, spiega il giovane. “Avrei pagato il prezzo della camera direttamente nel giorno del check-in”. Prima di partire, facendo per puro caso un estratto conto, la scoperta che il credito della prepagata, ricaricata due giorni prima, era scomparso nel nulla, addebitato sul conto di una società sconosciuta, la ‘Microgame’ appunto. “Premettendo che non ho mai avuto a che fare con i giochi online, pensavo fosse una società dell’albergo dove dovevo andare ma, contattando lo stesso, sono stato smentito”.

Fondi, Commissariato poliziaTrappola sistematica – Ed ecco quindi palesarsi la frode, denunciata alla polizia martedì mattina e che per fortuna, almeno in questo caso, ha avuto un’entità lieve, di soli cinquant’euro. Molto peggio, si è scoperto, è andata ad altre ignare vittime del raggiro, alleggerite dai cyber-ladri anche di centinaia di euro in una volta sola. Tutto a nome della succitata Microgame, con svariati casi che si stanno susseguendo, uno dietro l’altro, da inizio anno.

Il bidone che fa impresa – Per rendersi conto di quanto tale raggiro si sia allargato a macchia d’olio, basta digitare su un motore di ricerca il nome della ditta campana: sulla relativa pagina presente sul portale misterimprese.it, ci sono commenti e lamentele in serie da parte di persone truffate.

Resta ora da vedere quanto la Microgame c’entri direttamente con questa storia, visto che la ditta potrebbe essere a suo volta all’oscuro di quanto sta accadendo. Di certo, in tal senso, c’è un particolare che non è di buon auspicio: il telefono squilla a vuoto.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]