Dipendente di banca a processo: utilizzava il denaro dei suoi clienti a loro insaputa

Dipendente di banca a processo: utilizzava il denaro dei suoi clienti a loro insaputa

sportello-bancarioAvrebbe truffato i suoi clienti che si erano rivolti a lui per investire in maniera sicura il loro denaro che invece si è volatilizzato a causa di operazioni a dir poco rischiose.

Oggi durante il processo che vede imputato Marco Amato, 57enne di Velletri, dipendente della banca Unicredit di Latina,  accusato di truffa e falso, davanti al giudice del Tribunale di Latina Stefano Nicolucci, si sono costituite le parti civili, assistite dagli avvocati Carlo Alberto e Luca Amedeo Melegari. Si tratta di un geometra, sua madre e un socio, tutti di Sezze che, dopo aver scoperto il danno, avevano dato il via alla denuncia.

Questa mattina due di loro sono stati ascoltati e hanno ricostruito la vicenda che risale agli anni 2007-2008. Nella prossima udienza, prevista per il prossimo 24 giugno, saranno esaminati i consulenti che faranno luce sulle modalità della truffa e sull’ammontare del capitale effettivamente andato in fumo.

Dopo un anno dalla firma dei moduli necessari a dare il via agli investimenti i malcapitati avrebbero trovato delle perdite sui conti correnti e avrebbero chiesto spiegazioni alla banca. Nel controllare la documentazione si erano resi conto delle firme falsificate su moduli utili invece per operazioni  rischiose colpevoli a quanto pare della perdita del capitale iniziale.

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]