Volley Serie C femm., la Marzocchi Fondi risale la china e conquista i play-off

Volley Serie C femm., la Marzocchi Fondi risale la china e conquista i play-off

All Volley - FondiContinua la risalita in classifica del team pontino della Marzocchi Fondi che espugna un campo difficile contro una formazione ostica e reduce dall’importante affermazione in casa del Mentana nel turno precedente e raggiunge matematicamente l’accesso ai play-off, obiettivo che ad inizio stagione sembrava un sogno, ma che è diventato splendida realtà e con ben sei turni di anticipo sulla fine della regular season. La compagine del castello baronale, dopo la flessione avuta nella parte finale del mese di febbraio, complici anche alcuni infortuni di non poco conto, era scivolata dalla seconda alla quarta posizione in classifica, risultato più che dignitoso, ma che aveva lasciato l’amaro in bocca a capitan Imputato e compagne. E cosi dopo gli stop prima in casa del battistrada Cave e 48 ore dopo nella semifinale di andata della Coppa Lazio in casa della Virtus Roma, serviva qualche giorno di riposo per riordinare le idee e recuperare appieno alcune atlete e ripartire di slancio. Ed infatti già contro il Sant’Elia nel turno precedente, seppur contro il fanalino di coda del campionato, la Marzocchi aveva dimostrato di aver metabolizzato il momento negativo, imponendosi senza alcun problema tra le mura amiche.

Marzocchi Fondi.

Marzocchi Fondi.

Ma la prova del nove si è avuta ad Acilia domenica pomeriggio dove la formazione di casa agli ordini di mister Ardito, reduce dalla prestigiosissima impresa della settimana precedente in cui aveva espugnato Mentana battendo una formazione da tutti indicata come tra le favorite del torneo, attendeva le fondane sulle ali dell’entusiasmo del successo ottenuto. La gara era molto temuta poiché un passo falso avrebbe comportato un distacco notevole dalla seconda piazza del torneo e la quasi impossibilità di recuperare in chiave classifica. Ma le ragazze di Savastano, seppur in formazione rivoluzionata data la perdurante assenza di Rosati ( che però è prossima al pieno recupero), anche se con qualche timore iniziale e qualche errore di troppo riuscivano a tenere botta al prevedibile avvio deciso e veemente della padroni di casa. In effetti l’All Volley non si smentiva e confermava di attraversare un buon momento di forma e sfruttando la prestanza fisica del suo sestetto metteva in seria difficoltà avversarie. Dal canto loro le pontine infilavano una serie notevole di errori in battuta (saranno 9 alla fine del set) dando modo a Lanzara e compagne di tenere botta e mantenere sempre uno o due punti di vantaggio. A metà set il Fondi sembrava scrollarsi di dosso la tensione e finalmente recuperava il piccolo gap sino a sorpassare per la prima volta le aciliane e portarsi sul 15 a 14. Ma dopo l’ennesimo errore al servizio, un black out totale faceva si che l’All Volley si involasse sino al 20 a 15 senza realizzare nessun punto diretto in pratica, ma raccogliendo semplicemente i frutti di una serie di errori grossolani delle ospiti che sembravano essere definitivamente fuori dal match.

Ma quando tutto sembrava deciso, Mancini al servizio finalmente non solo commette errori, ma anzi manda in tilt da ricezione ospite e il set cambia padrone. Il Fondi riprende fiducia e ricomincia a difendere come sa aiutato dal fatto che non avendo palloni giocabili, la palleggiatrice di casa deve affidarsi a palloni scontati e qua viene fuori la forza delle pontine che quando riescono a tenere vivo il pallone, poi diventano letali in fase di contrattacco. L’All Volley viene risucchiato inesorabilmente e a nulla servono i time out di mister Ardito che tenta di arginare la rimonta del Fondi che prima raggiunge le avversarie sul 22 pari, e poi chiude 25 a 23 senza che le aciliane abbiano una sola chance per impattare. Nel secondo set la Marzocchi riparte con ben altro piglio e inizia finalmente a sbagliare molto di meno al servizio, mettendo in grossa crisi l’All Volley. Mister ardito alterna i suoi liberi ma è il Fondi a fare l’andatura, anche se le padroni di casa non smettono mai di giocare e il set sembra quasi giocato al contrario del primo. Infatti nonostante le aurunche giochino una buona pallavolo, appena mollano un po’ la presa, l’All Volley rimonta e si porta sul 14 pari. Time out di Savastano e il pallino del gioco torna in mano rosso-blu che tornano avanti per essere nuovamente recuperate sul 19 pari. Dopo un paio di scambi, ancora time out e la Marzocchi e dal 22 pari non c’è più storia perché il Fondi, come spesso accaduto quest’anno, dopo la sosta riparte a mille senza dare alcuna chance agli avversari. La chiosa sul set è rappresentata da un favoloso incrocio a centro sul 23 a 22 che vede la regista Federici chiamare Suarez a tirare senza muro in posto 3 dopo due difese difficilissime.

Il punto chiude virtualmente l’incontro poiché lo scambio successivo vede il Fondi dominare e chiudere 25 a 22 il set e poi dilagare nel terzo parziale in modo suntuoso imponendosi con un nettissimo 25 a 8. La nota lieta del finale è che finalmente Rosati riassapora il piacere di scendere in campo dopo oltre un mese e lo fa con un paio di mine che lasciano presagire un grande e imperioso ritorno in campo. Con questa vittoria e la concomitante sconfitta del Mentana a Cave, il Fondi si riprende la terza piazza a due punti dalla Virtus seconda in classifica, che sarà prossima ospite mercoledì 9 Aprile alle 19.30 per il ritorno della semifinale della Coppa Lazio. Al Fondi serve una vittoria per 3 a 0 oppure un 3 a 1 e poi vincere il set di spareggio per accedere alla finale che la vide splendida vincitrice nel 2011.

Nel frattempo in casa Fondi si assapora il piacere per il grande risultato ottenuto con l’accesso ai play off, essendo riusciti nell’impresa di ottimizzare i costi in un momento di grossissima crisi economica e riuscendo contemporaneamente a creare un gruppo coeso e competitivo senza per questo esporsi a spese folli. Ed in tutto ciò grande ringraziamento va alle atlete del Fondi che stanno dimostrando che si può fare una ottima pallavolo per passione e piacere senza avere budget cospicui e che un ambiente sano, coeso e attento ai particolari possa spesso portare benefici che non hanno pari. A tutto questo si aggiunga che i tecnici in forza al Fondi a iniziare dal veterano Savastano e dai due giovani Saccucci (già selezionatore provinciale) e Iacovello, rappresentano un valore aggiunto per la loro competenza tecnica e umana che non fanno altro che alzare il livello che la società del presidente Iannitti ha raggiunto negli anni, che non è solamente un valore in relazione ai risultati ottenuti sul campo, ma anche e soprattutto il raggiungimento di obiettivi di altro profilo morale che la pallavolo persegue, come l’onestà, la trasparenza e il rispetto per gli altri.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social