Sabaudia, variante per lo stabilimento commerciale dei Sikh: due indagati

Sabaudia, variante per lo stabilimento commerciale dei Sikh: due indagati
*La Procura della Repubblica di Latina*

*La Procura della Repubblica di Latina*

Dopo gli accertamenti disposti dalla Procura lo scorso 7 marzo, delegati al Nipaf, per la vicenda del cantiere di Sabaudia di via Ayrton Senna, che sulla carta dovrebbe veder sorgere uno stabilimento di prodotti tipici indiani, ci sono due indagati. Si tratta del committente, ovvero il presidente dell’associazione ‘Gurdwara’, e del direttore dei lavori.

Nel mirino della Procura, presunte difformità nella realizzazione dell’immobile commerciale rispetto al progetto inizialmente autorizzato, oltre che il mancato nullaosta dell’Ente Parco in merito alla variante per l’ampliamento della struttura.

A far scaturire gli accertamenti materialmente effettuati dagli specialisti della Forestale, coordinati dall’ispettore Stefano Giulivo, la richiesta di verifiche dell’assessore all’Urbanistica Vincenzo Borrelli. Richiesta risalente ad inizio marzo ed a cui sono seguite dapprima le procedure per l’annullamento in autotutela, da parte del Comune, della variante in corso d’opera, poi le indagini di via Ezio.

***ARTICOLO CORRELATO*** (Sabaudia, variate per la costruzione di uno stabilimento di prodotti tipici indiani. Il Nipaf acquisisce gli atti – 7 marzo -)

One Response to "Sabaudia, variante per lo stabilimento commerciale dei Sikh: due indagati"

  1. Andrea Z.  21/03/2014 at 8:47

    ma che c’è di male che queste persone abbiano un luogo di culto? se lo son pagato coi loro soldi!!

You must be logged in to post a comment Login

h24Social